7-1 all'Alessandria

Atalanta: segnali positivi sia dai giovani che dai veterani (Ilicic si accende e ne mette due)

Atalanta: segnali positivi sia dai giovani che dai veterani (Ilicic si accende e ne mette due)
Atalanta 11 Agosto 2021 ore 13:11

di Giordano Signorelli

Dalla sgambata del mercoledì, l’Atalanta emana segnali positivi. Al di là del risultato, un rotondo 7-1 alla neopromossa in B Alessandria, le buone nuove arrivano sia dalla formazione titolare, inzuppata di giovani e seconde linee a parte Musso, Demiral e Miranchuk, sia dai big, subentrati a scaglioni nella ripresa.

Il poker rifilato nella prima frazione di gioco potrebbe essere considerato addirittura misero in virtù del possesso palla nerazzurro e del numero di azioni offensive create, in cui è mancato l’ultimo passaggio oppure il tocco vincente. Il match lo sblocca il classe 2003 Scalvini, schierato sulla sinistra nel pacchetto arretrato, che segue la manovra d’attacco ed è prontissimo a ribadire in rete la deviazione di Russo sul tiro di Piccoli, dimostrando di aver già assimilato uno dei “credo” di Gasperini, che consiste nel partecipare attivamente anche alla fase d’attacco da parte dei difensori.

Nelle retrovie bene anche i due neoacquisti Lovato e Demiral, entrambi propostisi in appoggio alla manovra, ma con il passare dei minuti si accende  la lampadina di Ilicic, applaudito e incitato dai presenti, che al 20’ infila Russo con un preciso sinistro e al 44’ con un potente e preciso mancino. La doppietta dello sloveno è intervallata dai momentanei 3-0 di Pasalic (30’) e 3-1 di Arrighini (43’), ma è buona la prova di tutto il gruppo in cui spicca anche Delprato, proposto vicecapitano, in mediana.

Nella ripresa, considerando anche la gara di sabato contro la Juventus, Gasperini inizia le rotazioni mandando in campo l’artiglieria pesante con Muriel abile a trasformare un rigore al 6’, Gosens a firmare il 6-1 al 10’ e Toloi . Spazio anche per il rientrante Malinovskyi, che spazia fra linee partendo spesso da destra, confeziona interessanti assist per il tandem colombiano e dimostra di aver lasciato alle spalle l’infortunio.

ATALANTA-ALESSANDRIA 7-1

MARCATORI - pt 13’ Scalvini, 20’ e 44’ Ilicic, 30’ Pasalic, 43’ Arrighini; st 6’ Muriel su rig, 11’ Gosens, 37’ Toloi

ATALANTA (3-4-3) - Musso (14’st Sportiello); Lovato (1’st Djimsiti); Demiral (14’st Palomino), Scalvini (14’st Toloi); Ghislandi (1’st Maehle), Delprato (1’st Pessina), Pasalic (14’st Freuler), Pezzella (1’st Gosens); Ilicic (14’st Malinovskyi), Piccoli (1’st Zapata), Miranchuk (1’st Muriel). A disp. Rossi, de Roon, Da Riva. All. Gasperini.

ALESSANDRIA (3-4-3) - Russo (1’st Pisseri); Mantovani (19’pt Cosenza), Benedetti (14’st Blondett), Parodi (14’st Mora); Mustacchio (1’st Pierozzi), Casarini (1’st Giorno), Ba Abou (14’st Eusepi), Beghetto (41’st Speranza); Orlando (1’st Chiarello), Marconi (25’pt Corazza), Arrighini (1’st Kolaj). A disp. Crisanto. All. Longo.

ARBITRO

Sozza di Seregno

NOTE
2.331 spettatori per un incasso di 14.970 euro.