Menu
Cerca
Il protagonista inatteso

È arrivato, si è allenato ed è già protagonista: grande impatto di Maehle sull’Atalanta

Il rendimento del nuovo esterno di Gasperini arrivato a gennaio dal Genk è stato finora davvero molto soddisfacente per tecnico e la società

È arrivato, si è allenato ed è già protagonista: grande impatto di Maehle sull’Atalanta
Atalanta 19 Marzo 2021 ore 08:52

di Fabio Gennari

Il suo ingaggio nel mese di gennaio ha risolto, in un colpo solo, un triplo problema che si era palesato con Mojica, Piccini e Depaoli: capacità di giocare su entrambe le fasce, condizioni fisiche perfette e alternativa subito a disposizione per scendere in campo dall’inizio. Il danese Joakim Maehle è stato davvero un grande acquisto per l’Atalanta. La società ha investito molto (11 milioni più bonus) ma il suo impatto è stato davvero forte e si è concretizzato in pochissime settimane.

Il numero 3 nerazzurro può muoversi indifferentemente a destra e a sinistra, si poteva sperare in un inserimento veloce ma era difficile immaginare una capacità così evidente di incidere sulla manovra già da questa stagione. Con Maehle in campo, l’Atalanta ha già fatto gol da “quinto a quinto” (ad esempio a Genova con la Samp) e ha dimostrato un’ottima capacità di arrivare sul fondo per il cross o per il passaggio arretrato. Il laterale danese non ha ancora segnato ma è un dettaglio visto che più volte (anche in Champions League) è andato vicino alla marcatura.

Dal punto di vista tattico, qualcosa da migliorare c’è ancora, quando la squadra si mette a tre davanti piuttosto che nelle partite in cui c’è un rifinitore con due punte più larghe ci sono alcuni movimenti che si possono correggere, così come in fase di ripiegamento non è raro vedere Gasperini (ma anche il vice Gritti) intervenire dalla panchina con qualche correttivo. Si parla però di dettagli, c’è davvero molto di cui essere orgogliosi e con Hateboer che sta recuperando, l’Atalanta ha comunque in campo un giocatore importante che può fare la differenza.

Dal punto di vista contrattuale, l’accordo con il Genk prevede alcuni bonus legati alla partecipazione dell’Atalanta alle prossime coppe europee e del ragazzo agli Europei che si svolgeranno in estate. Complessivamente, se tutto andasse per il meglio (Maehle con la Danimarca e Atalanta in Champions League), il valore del cartellino potrebbe arrivare fino a 15 milioni di euro, ma visto il rendimento sarebbe un costo assolutamente giusto (forse perfino basso, vista la crescita che hanno sempre gli esterni di Gasp) per un giocatore davvero molto bravo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli