Pochi sorrisi

Euro 2020 doveva consacrare Malinovskyi, invece è stata una delusione

Ci si aspettava molto da lui dopo il grande finale di campionato, invece nessuno squillo. E ora potrebbe anche finire sotto i ferri

Euro 2020 doveva consacrare Malinovskyi, invece è stata una delusione
Atalanta 05 Luglio 2021 ore 09:15

di Fabio Gennari

Negli ultimi tre mesi di campionato ha preso per mano l'Atalanta e l'ha trascinata al terzo posto. Il gol in finale di Coppa Italia contro la Juventus porta la sua firma e anche se non è servito per vincere il trofeo, ha fatto sognare un po' tutti. Per questo, l'Europeo di Ruslan Malinovskyi con l'Ucraina ce lo aspettavamo tutti molto diverso, il numero 8 di Shevchenko però non ha impressionato e nella gara persa 4-0 contro l'Inghilterra è addirittura rimasto a guardare. Colpa di un problema muscolare (pare nulla di grave), sufficiente per mandarlo in tribuna nella serata più importante.

In Nazionale, rispetto all'Atalanta, Ruslan Malinovskyi gioca in una posizione un po' diversa. Senza entrare troppo nei meandri tattici della questione, La sensazione è che l'ucraino quando difende i colori della sua patria non riesca a essere così incisivo come durante le partite con l'Atalanta. Magari dipende dal contesto, forse dai compagni, oppure, semplicemente, il ragazzo di Zytomyr è arrivato alla rassegna europea un po' stanco dopo a grande primavera atalantina.

Partito da titolare, nelle tre partite del girone Malinovskyi ha giocato parecchi minuti ma non ha inciso in modo determinante: contro la Macedonia, nel finale, ha anche fallito il rigore del possibile 3-1. L'Ucraina ha passato il turno come una delle migliori terze nonostante la sconfitta per 1-0 contro l'Austria nella terza gara del girone e in quell'occasione Shevchenko, con la squadra sotto, ha deciso di toglierlo durante l'intervallo. Contro la Svezia il centrocampista atalantino è invece entrato dopo un'ora, mentre contro l'Inghilterra, come detto, è andato in tribuna.

Ora che la rassegna continentale è terminata, il numero 18 nerazzurro è tornato a Bergamo con la moglie Roksana e la figlia Olivia, ma non è ancora chiaro quando e se partirà per le vacanze. Nelle ultime ore, infatti, dall'Ucraina è arrivata notizia che il ragazzo si sottoporrà a un piccolo intervento chirurgico per risolvere definitivamente il problema di ernia addominale che lo infastidisce da diversi mesi. Bergamo e l'Atalanta lo aspettano presto per riprendere esattamente da dove avevano terminato.