Intervista allo svizzero

Freuler è tornato a Bergamo ed è subito chiaro: «Come ogni anno, si riparte da zero»

Prime parole della stagione per il numero 11 nerazzurro, che è carico ma sa bene che non sarà semplice

Freuler è tornato a Bergamo ed è subito chiaro: «Come ogni anno, si riparte da zero»
Atalanta 29 Luglio 2021 ore 09:45

di Fabio Gennari

Da un paio di giorni il gruppo a disposizione di Gasperini può contare anche su Remo Freuler e Ruslan Malinovskyi. Entrambi sono reduci dall'Europeo e dopo Maehle che è arrivato ieri mancano all'appello solo Toloi e Pessina, ma ormai è tempo per tutti i big di pensare al prossimo campionato. Per il centrocampista svizzero quella che inizia è la settima stagione (sesta e mezza per la precisione) a Bergamo: arrivato a gennaio 2016, Freuler è ormai un veterano della squadra.

«Inizio la mia settima stagione - ha raccontato lo svizzero ad atalant.it -, sono a Bergamo da quasi cinque anni e mezzo e siamo cresciuti tanto, tutti assieme. Abbiamo vissuto grandi emozioni, ci sono tanti momenti da ricordare: la qualificazione all'Europa League, il gol contro la Juventus al 94' sotto la Nord, la prima qualificazione alla Champions e poi la notte di San Siro contro il Valencia. Fa impressione pensare a quante ne abbiamo vissute con l'Atalanta, è bellissimo».

A Euro 2020 il numero 11 nerazzurro è stato protagonista con la sua Svizzera e ha rivisto i tifosi allo stadio: «Abbiamo eliminato la Francia e lo abbiamo fatto per l'Italia: tutti avevano paura dei francesi per la vittoria finale, con il nostro successo abbiamo spianato la strada agli Azzurri. Sono molto contento per Toloi e Pessina, sono andati in Nazionale e hanno vinto gli Europei, non capita a tutti e penso che hanno realizzato un sogno che fai da bambino. La competizione europea mi ha lasciato una forte impressione, anche per quanto riguarda il ritorno dei tifosi allo stadio. Abbiamo giocato davanti a migliaia di persone e il calcio, così, è molto diverso: voglio guardare avanti e spero che possano tornare presto tutti i tifosi».

L'Atalanta squadra da imitare e da battere? Tanti lo sostengono, ma Freuler è molto cauto: «Come ogni anno, dobbiamo ripartire da zero. Tante squadre hanno cambiato allenatore e si sono rinforzate con nuovi giocatori. Mi aspetto un anno molto difficile, adesso è il momento di lavorare forte con Gasperini per affrontare al meglio tutti gli impegni che ci aspettano: dobbiamo prepararci per tre competizioni e lavoriamo tantissimo per essere subito pronti già nelle prime partite di fine agosto».