La conferenza

Gasperini apre uno spiraglio per il Liverpool: «Romero, Hateboer e Palomino possono recuperare»

Parole importanti del tecnico nerazzurro alla vigilia della super sfida di Champions con i Reds: possibili recuperi in difesa

Gasperini apre uno spiraglio per il Liverpool: «Romero, Hateboer e Palomino possono recuperare»
02 Novembre 2020 ore 14:12

di Fabio Gennari

Sono arrivate parole importanti da parte del tecnico Gasperini alla vigilia della sfida al Liverpool. Il tecnico della Dea ha parlato in conferenza stampa e subito il discorso è scivolato sugli acciaccati. «Di sicuro saranno fuori de Roon e Gosens, per il resto ci sono buone speranze di recuperare tutti. Gli esami non hanno evidenziato lesioni, solo un po’ di affaticamento e questo le possiamo valutare domani: per Romero, Hateboer  e Palomino ci sono quindi possibilità di recupero. Djimsiti e Toloi sono a posto. Di certo non ci snatureremo e non cambieremo il nostro modo di giocare: abbiamo fatto un lungo percorso per arrivare a questo punto e a parte qualche attenzione particolare per le loro qualità, proporremo il nostro calcio».

Poco prima che prendesse la parola il mister della Dea, da Klopp erano arrivati grandi complimenti per il progetto Atalanta. Gasperini, elogiando gli avversari, si è mostrato molto orgoglioso delle parole del collega allenatore degli inglesi: «Sono grandissimi complimenti, bello sapere che chi guarda l’Atalanta si diverte e che è la partita più importante del girone. Aver attratto l’attenzione di Klopp, che è un riferimento per quello che ha fatto e ha conquistato, dà ancora più fascino alla partita. Sono una grandissima squadra, sono i campioni del mondo: non hanno bisogno di presentazioni. Per noi è un grande prestigio giocare contro il Liverpool, c’è grande rammarico per il pubblico: ospitarli e poi andare da loro con la nostra gente in quel fantastico stadio sarebbe stato grandioso».

Parlando della partita e di quanto può pesare il risultato nell’economia del girone, il tecnico dell’Atalanta è stato molto chiaro. «Per noi sono fondamentali le due gare con il Liverpool, hanno 6 punti e sono la squadra più forte del girone. Sarebbe molto importante fare risultato, in una o addirittura in tutte e due le gare con gli inglesi. Dobbiamo provarci anche perché ci darebbe un vantaggio poi sull’Ajax. Iniziamo a giocare, il girone è composto solo da 6 partite. Il Liverpool è tra le più forti in Europa e nel mondo, sono una grande squadra, organizzata e per noi è una sfida di grande prestigio».

La chiosa del tecnico è per la similitudine tra Manchester City e Liverpool, le due squadre migliori d’Inghilterra. «Il City lo abbiamo visto l’anno scorso, il livello di difficoltà è simile: sono due squadre che per valore si avvicinano moltissimo. Apparentemente giocano con uno schieramento che si assomiglia ma sono diverse, per noi è una bella opportunità. Sappiamo bene che ci saranno delle difficoltà, l’anno scorso con il City siamo comunque cresciuti: nel calcio non vincono sempre i più forti, a volte succede anche a chi lo è un po’ meno».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia