Menu
Cerca
Parola del mister

Gasperini è carico per la sfida al Benevento: «Sono giorni decisivi, noi siamo pronti»

Il tecnico della Dea, alla vigilia della gara contro i campani, vede il traguardo: con 3 punti sarebbe quasi matematica qualificazione in Champions

Atalanta 11 Maggio 2021 ore 16:35

di Fabio Gennari

«Ci siamo quasi tutti, manca solo Toloi, che si aggregherà probabilmente giovedì. A Parma abbiamo fatto bene, la squadra è in condizione e siamo alla volata finale. Sapevamo che questa era la settimana decisiva, pensiamo alla gara con il Benevento ma siamo pronti». All'indomani della decisione del Tribunale Nazionale Antidoping, che ha rimandato alla Procura gli atti sulla richiesta di squalifica per il tecnico, Gasperini guarda all'ultimo scatto della stagione con grande fiducia. La terza qualificazione consecutiva alla Champions è vicinissima, per agguantarla mancano 6 punti (forse meno) e la caccia riparte domani sera, 12 maggio, contro il Benevento.

«La nostra concentrazione è sulla gara di domani, che ci può mettere in una situazione di vantaggio. Dobbiamo giocare queste partite non con undici, ma con sedici giocatori, come è successo a Parma. Li conosciamo bene, il Benevento arriva da un momento di grande polemiche, noi dobbiamo pensare alla nostra situazione e al nostro gioco. Le partite in Serie A non sono mai semplici, sono sempre da giocare, ma abbiamo anche i mezzi per vincere».

Per continuare a sognare serve un successo, ci sono 90' minuti per ottenerlo e l'aiuto di tutti sarà determinante. «Da chi gioca dall’inizio fino a quelli che entrano dopo, tutti possono dare una mano. Chi viene sostituito non è mai per demerito, nelle ultime gare servirà l’apporto di tutti. I risultati di domenica cominciano a essere quasi definitivi, sia nelle zone alte della classifica che nella parte bassa. Potrebbero già esserci dei verdetti domani sera, come detto sapevamo che poteva essere una settimana decisiva per diverse squadre».

In Italia, la Dea sta facendo faville ma forse è stata anche la pressione vissuta in diverse gare di Champions a dare una forte mano dal punto di vista psicologico. «La pressione in Europa è servita per fare esperienza, ci ha aiutati a crescere e ci ha dato maggiore sicurezza. Adesso mancano poche partite, ci portiamo dietro tutto, ma dobbiamo concentrarci su questa gara, vogliamo chiudere e conquistare un traguardo fantastico».

Fantastico è anche il rendimento offensivo della Dea, ancora una volta sopra i 100 gol stagionali. «Ci fa grande piacere, per noi è motivo di grande orgoglio. Sarà determinante segnare altri gol da qui alla fine, ci manca qualche vittoria per arrivare al traguardo».