La risposta del mister

Gasperini fa chiarezza: «Ho rispettato i protocolli, da Valencia polemica brutta e offensiva»

In una intervista rilasciata a Sky Sport, il tecnico nerazzurro risponde alle dure accuse arrivate dalla Spagna dopo la sua rivelazione di aver avuto il Coronavirus

Gasperini fa chiarezza: «Ho rispettato i protocolli, da Valencia polemica brutta e offensiva»
04 Giugno 2020 ore 19:20

di Fabio Gennari

E venne il giorno in cui parlò Gasperini. Dopo il polverone scatenato dalla chiacchierata con la Gazzetta, il tecnico della Dea ha rilasciato un’intervista a Sky Sport in cui fa chiarezza in merito alla situazione che si era creata a Valencia e alla successiva scoperta di aver contratto il Coronavirus. Le parole del tecnico di Grugliasco sono pesanti e confermano le ultime indiscrezioni rilanciate da Tuttosport, il suo volto è scurissimo e i concetti vengono scanditi lentamente ma con il piglio di chi ci tiene a far sapere, con la sua voce e quindi senza possibilità di cattive interpretazioni, come sono andate le cose.

«È una polemica veramente molto offensiva – risponde Gasperini al collega Nebuloni di Sky, che gli ha riportato l’accusa di essere stato un «irresponsabile», secondo gli spagnoli -. Io so di aver rispettato tutti i protocolli, sono stato in quarantena fino a quando abbiamo ricominciato ad allenarci. Non ho mai fatto tamponi, quando abbiamo fatto i test sierologici a maggio ho scoperto di aver contratto il virus. Ho avuto dei malesseri, non ho mai avuto febbre e nemmeno problemi polmonari di alcun tipo. Quando sono partito da Bergamo alla volta di Valencia stavo bene, ho avuto qualche problema la sera e il giorno della partita, ma anche al nostro rientro dalla Spagna, quando eravamo a Zingonia. Suppongo che sia stato quello il momento del contagio, lo deduco dalla positività riscontrata nel test sierologico. Però credo che sia davvero una polemica brutta. Offensiva».

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia