La conferenza a Zingonia

Gasperini lascia da parte le polemiche e pensa al campo: le scelte in vista della Fiorentina

Il tecnico della Dea, fresco vincitore della Panchina d'Oro, ha parlato dimostrando di essere concentrato solo sul gioco

Gasperini lascia da parte le polemiche e pensa al campo: le scelte in vista della Fiorentina
07 Febbraio 2020 ore 14:58

di Fabio Gennari

«Polemiche? Penso solo al campo. Ho detto quello che pensavo già lunedì alla premiazione, ora che siamo alla vigilia della partita mi concentro solo sul campo. Anche per il discorso arbitrale, capitano gli errori e tutti li sottolineiamo e ci fanno arrabbiare, ma per me si riparte poi sempre da 0-0». Il tecnico dell’Atalanta Gasperini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di Firenze e il suo obiettivo è quello di fare una grande partita per tornare a macinare punti. «Non abbiamo mai vinto al Franchi sotto la mia gestione ma questa non deve essere un’ossessione. La gara presenta delle difficoltà, andremo in campo per fare cose importanti e cercare un risultato positivo, però non bisogna mai perdere l’equilibrio».

Questo concetto, alla luce dei sentimenti contrastanti dopo il pareggio con il Genoa e la sconfitta con la Spal, viene spiegato con attenzione dal mister della Dea. «Troppo spesso non viene considerato l’avversario. L’Atalanta può fare delle cose, ma ci sono squadre forti che hanno caratteristiche che meritano rispetto. Guardate ad esempio l’Hellas con la Lazio, o il Sassuolo con la Roma. È un campionato molto difficile ed equilibrato. L’Atalanta fa quello che può in quel momento. Se trovi un avversario in condizione diventa difficile. Il fatto che ci siano squadre a tanta distanza è un merito nostro: la Fiorentina è a 14 punti ma è una formazione di valore. Non guardiamo a cosa è mancato ma a cosa viene fatto».

Passando alla formazione, il mister della Dea ha confermato come non ci siano particolari problemi. «Caldara sta bene, potrebbe anche giocare ma arriva da un lungo infortunio e quindi stiamo lavorando per farlo tornare al top. Ilicic? La botta alla schiena è già dimenticata. Per il resto ci sono tutti, devo sostituire de Roon che è squalificato e abbiamo delle soluzioni. Tameze è un giocatore già abituato alle partite, pensavo arrivasse un altro giovane da crescere e invece abbiamo lui che può fare bene. Magari non dall’inizio, vedremo se a gara in corso. Per il resto la scorsa settimana parlavo della necessità di fare riflessioni, ma mi riferivo a Gomez: va sfruttato in avanti con Muriel, Zapata e Ilicic, Malinovskyi e Pasalic fanno un altro tipo di gioco. Non possono sostituire Zapata e Ilicic».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia