Dopo il ko con la Fiorentina

Gasperini se la prende con gli episodi, e non solo... «Mi aspettavo arrivasse un attaccante»

Il tecnico si dice soddisfatto della prestazione dei suoi contro la Viola e punta il dito contro quanto accaduto nel primo tempo. Inoltre non nasconde l'amarezza per il mercato

Gasperini se la prende con gli episodi, e non solo... «Mi aspettavo arrivasse un attaccante»
Atalanta 11 Settembre 2021 ore 23:56

Non è certo un Gasperini soddisfatto quello che si presenta ai microfoni dopo il ko con la Fiorentina. O meglio, da un lato sottolinea la buona prova complessiva dei suoi, dall'altro non manca di sottolineare gli episodi contro della serata e un mercato che non lo ha soddisfatto appieno.

«Abbiamo fatto la nostra partita e sono contento - afferma il mister a Sky -, però nel primo tempo ci sono stati episodi contro di noi che hanno condizionato la sfida. Sono cose che si fanno fatica a commentare, spero sia fatta chiarezza, perché così è davvero difficile. Se guardo solo alla prestazione, quella ci dà merito».

Per Gasperini, dunque, nessun allarme: «Siamo rammaricati per la sconfitta, ma è anche vero che la Fiorentina è una squadra forte. Dobbiamo un attimo fare il punto sulla stagione, ma possiamo fare bene anche quest'anno». Anche se non sarà semplice... «È normale, al sesto anno in una squadra, che le cose cambino. Dobbiamo adattarci, lo faremo come abbiamo fatto l'anno scorso, che siamo andati anche meglio che in passato».

Il mister, però, non nasconde del rammarico per come è andato il mercato: «La squadra è stata completata nei reparti, Koopmeiners ha qualità importanti. Però non è arrivato nessuno in attacco, questo non me lo aspettavo. Speravo si potesse fare di più. Bene il portiere e un sostituto per Romero, ma se chiedete a me, io prenderei solo attaccanti. È una battaglia che faccio da sempre... Da quando sono qui ho trovato difficoltà a far potenziare l'attacco. Poi lo abbiamo fatto con Muriel e Zapata, ma sono tre anni che giochiamo con gli stessi».

La chiusura d'intervista, comunque, è ottimista: «Ora dobbiamo recuperare Muriel e la qualità di Ilicic e Malinovskyi, faremo bene. Se giocheremo come stasera sarò contento. Riprenderemo a segnare e daremo soddisfazioni».