Quarti di finale

Il “primo” Atalanta-Lazio vale la semifinale di Coppa Italia: Gasp in avanti si affida a Muriel

Seconda gara secca per la Dea, che oggi proverà a eliminare i biancocelesti per accedere alle fase calda della competizione

Il “primo” Atalanta-Lazio vale la semifinale di Coppa Italia: Gasp in avanti si affida a Muriel
Atalanta 26 Gennaio 2021 ore 23:39

di Fabio Gennari

Dopo la bellissima vittoria di Milano contro la formazione di Pioli in campionato, per l’Atalanta di Gasperini è di nuovo tempo di Coppa Italia. Oggi pomeriggio a Bergamo arriva la Lazio (fischio d’inizio alle 17.45) e visto il gran numero di partite giocate nell’ultimo periodo (7 in 25 giorni) è probabile un turnover ragionato da parte del tecnico di Grugliasco, che non ha nessuna intenzione di affaticare i suoi uomini migliori.

La novità più interessante dovrebbe essere Muriel al centro dell’attacco al posto di Zapata. Il numero 9 colombiano a San Siro è entrato solo nel finale ma parliamo di un ragazzo che ha già segnato 14 gol in questa stagione e che ogni volta che scende in campo timbra il cartellino, con una regolarità impressionante. Con Muriel, la squadra orobica perde qualcosa a livello di potenza ma guadagna in imprevedibilità palla a terra.

Nel ruolo di seconda punta e in quello di trequartista potrebbero giocare, come contro il Cagliari, Miranchuk e Malinovskyi; si tratterebbe di una scelta che, se dovesse essere confermata, darebbe grande responsabilità ai due nuovi acquisti in vista di una crescita che deve tradursi in prestazioni davvero convincenti. Ilicic e Zapata saranno in panchina pronti a dare una mano e la speranza è che non ce ne sia bisogno.

L’altra novità di rilievo è l’impiego dal primo minuto dell’esterno danese Joakim Maehle. Con l’assenza di Hateboer (acciaccato) e quella per squalifica di Gosens domenica in campionato, l’ex Genk è destinato a scendere in campo due volte da titolare a distanza di pochi giorni, e per giunta su due fasce opposte. In mezzo, de Roon e Freuler potrebbero essere confermati dal primo minuto.

In porta dubbio Sportiello-Gollini, per la difesa è molto forte la candidatura di Palomino dall’inizio e resta solo da capire chi sarà il centrale che resterà a riposo tra Toloi, Romero e Djimsiti: davvero difficile rinunciare a uno dei tre protagonisti della gara di San Siro. Direttore di gara della sfida sarà Pairetto di Nichelino, il fischietto piemontese non arbitra da parecchio la Dea di Gasperini e in passato c’era stato anche qualche screzio con il tecnico.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli