Il personaggio

In attesa del miglior Hateboer, ecco Maehle: il danese è tornato a Zingonia

Le sue prestazioni agli Europei hanno stupito tutti, l'Atalanta se lo gode e il giocatore è pronto per un ruolo da protagonista

In attesa del miglior Hateboer, ecco Maehle: il danese è tornato a Zingonia
Atalanta 30 Luglio 2021 ore 09:15

di Fabio Gennari

L'Atalanta ha tante risorse, uno dei segreti del gruppo di Gasperini è la capacità di non fermarsi mai davanti a situazioni di temporanea difficoltà e di cercare sempre una via d'uscita. Il 2021 di Hans Hateboer è stato finora da dimenticare: da gennaio il numero 33 olandese ha a che fare con un problema al piede che lo condiziona e che non è ancora definitivamente superato. A Zingonia si guarda avanti cercando di farlo tornare in gruppo il prima possibile ma intanto, da oggi, il danese Joakim Maehle sarà di nuovo in gruppo.

Dopo un paio di giorni di test atletici, il ragazzo ricomincerà a lavorare con Gasperini e la notizia è importante perché la fascia destra, almeno inizialmente, sembra destinata a essere sua. Eclettico, generoso e tecnicamente preparato, Maehle è reduce da un ottimo Europeo, con la corsa al titolo che si è fermata solo contro l'Inghilterra in semifinale, nei supplementari. Prestazioni sempre convincenti, due gol da applausi sia partendo da destra che da sinistra e una condizione atletica a tratti straripante hanno fatto mettere su di lui gli occhi di tante squadre.

L'Atalanta ci punta forte, Maehle è arrivato a gennaio per 11 milioni di euro più bonus (si può salire fino a 15) ed è molto più che un'alternativa: Gasperini lo conosceva bene e dopo pochi giorni dal suo arrivo lo ha subito mandato in campo. I nerazzurri sanno di poter contare su di lui sia come esterno a tutta fascia che nel ruolo di terzino, il ragazzo si adatta da una parte e dall'altra senza battere ciglio e ha grande voglia di continuare a stupire.

Il primo obiettivo del numero 3 atalantino è senza dubbio quello di trovare la via del gol, nel finale della passata stagione infatti Maehle ci è andato solo vicino e nonostante qualche assist per i compagni è chiaro che iscriversi al club dei giocatori che sono andati in rete con Gasperini rappresenti un bel motivo per partire subito forte. In Italia e in Europa.