Altra rete nerazzurra

Incredibile Danimarca, 4-1 alla Russia e ottavi con gol del nerazzurro Maehle

Quarta marcatura nella fase finale di Euro 2020 per un atalantino. Il laterale ex Genk che ha messo il sigillo finale sul successo dei danesi

Incredibile Danimarca, 4-1 alla Russia e ottavi con gol del nerazzurro Maehle
Atalanta 22 Giugno 2021 ore 08:34

di Fabio Gennari

I tifosi assiepati sulle tribune del Parken di Copenaghen ne hanno davvero viste di tutti i colori in questi Europei. Prima il grande spavento per Eriksen, poi la seconda sconfitta dopo l'1-0 subito dalla Finlandia contro il Belgio (2-1) e ieri sera (21 giugno) l'incredibile vittoria contro la Russia per 4-1 che ha regalato una storica qualificazione agli ottavi alla formazione danese: mai nessuno era riuscito ad arrivare secondo nel girone di un Europeo dopo due sconfitte nelle prime due partite.

Dentro la bella storia della Danimarca a Euro 2020, uno dei ruoli da attore protagonista se lo è ritagliato senza dubbio l'atalantino Maehle. Nella gara contro il compagno in nerazzurro Miranchuk, sostituito al 61' ed eliminato con la sua nazionale, l'esterno di Gasperini ha segnato il gol del definitivo 4-1 nel finale di partita con una rasoiata di destro da fuori area al culmine di una bella sgroppata sulla fascia mancina. Il ragazzo prelevato a gennaio dal Genk si sta confermando un giocatore solido e molto affidabile e già contro il Belgio aveva fatto molto bene.

Il passaggio del turno della Danimarca allontana di qualche giorno il rientro a Bergamo di Maehle. I calciatori che sono impegnati con le nazionali avranno infatti tre settimane di stop per le vacanze e quindi è giusto attenderli a Zingonia a ritiro già iniziato. Senza dubbio, però, il fatto che un calciatore rientri alla base più avanti nel tempo certifica che le prestazioni sono di alto livello anche lontano dai riflettori del Gewiss Stadium e questo non può che riempire di orgoglio il Mondo Atalanta.

A oggi, i giocatori già qualificati per gli ottavi di finale degli Europei in corso di svolgimento sono Toloi e Pessina (Italia), de Roon (Olanda), Freuler (Svizzera) e Maehle (Danimarca), per Malinovskyi il discorso è ancora aperto (terzo posto a 3 punti con l'Ucraina) e anche Gosens (Germania) può farcela. Eliminato Miranchuk (Russia), in corsa Pasalic (Croazia), che oggi avrà la sfida decisiva contro la Scozia: se i croati vincessero, salirebbero 4 punti e passerebbero il turno.