Menu
Cerca
La sorpresa

La strana serata di Sutalo: non convocato, ha poi giocato 94' minuti (molto bene)

Nessuno se lo aspettava sul terreno di gioco, poi Gasperini lo ha scelto al posto di Maehle e il classe 2000 croato ha risposto presente

La strana serata di Sutalo: non convocato, ha poi giocato 94' minuti (molto bene)
Atalanta 11 Febbraio 2021 ore 01:58

di Fabio Gennari

Ci sono partite che ti restano addosso, soprattutto se 24 ore prima non sei nella lista dei convocati e invece alla fine, contro ogni pronostico, ti trovi in campo a giochi pure bene. Bosko Sutalo, per settimane, è stato spedito dagli esperti di mercato in ogni dove. Parma, Bologna, Crotone e chi più ne ha più ne metta. Gasperini non ha mai aperto alla sua cessione e alla fine, in una delle gare più importanti della stagione, lo ha spedito in campo assolutamente a sorpresa. E ha vinto anche lui.

Sutalo avrebbe già dovuto scendere in campo sabato scorso contro il Torino. Una leggera distorsione alla caviglia lo ha messo fuorigioco proprio all'ultimo; nella rifinitura alla vigilia di Atalanta-Napoli il ragazzo classe 2000 croato non è nemmeno stato inserito nella lista dei convocati e invece, complice il mancato recupero di Maehle, ecco Sutalo sul bus della squadra partito da Zingonia tra due ali di folla e addirittura in campo dall'inizio.

La seconda presenza dal primo minuto della stagione (l'altra volta aveva giocato con il Cagliari) aveva un coefficiente di difficoltà molto diverso, eppure il ragazzo ha tenuto botta. Certo, alcuni automatismi non possono esserci quando alle spalle hai Toloi impegnato con Insigne e davanti prima Zapata, poi Muriel e infine Ilicic. Insomma, devi capire un po' per conto tuo cosa fare e quando farlo, ma il ragazzo si è ben comportato.

Tra l'altro, come già si era visto a Crotone lo scorso 31 ottobre, Sutalo può fare un lavoro interessante sulla fascia destra, perché ha buona gamba e caratteristiche un po' diverse da quelle di Hateboer. Se ci lavora con continuità, per lui potrebbero schiudersi nuovi orizzonti e chissà che Gasperini non trovi in casa un altro uomo dai mille ruoli capace di muoversi sia da centrale difensivo che da esterno, anche contro squadre di ottimo livello.