Le pagelle di Atalanta-Samp 1-3

Lampi del vero Ilicic, per il resto una prestazione modesta condizionata dai troppi cambi

Buona prova dello sloveno al rientro tra i titolari. Per il resto, gara combattuta con le scelte del tecnico a pesare (negativamente) sul risultato

Lampi del vero Ilicic, per il resto una prestazione modesta condizionata dai troppi cambi
24 Ottobre 2020 ore 17:30

di Fabio Gennari

Buona prestazione di Ilicic, qualche altra sufficienza e un paio di voti negativi per una prestazione che è stata bruttina soprattutto per le scelte iniziali del tecnico. Gasperini parla di passaggio obbligato e di inserimento che va spinto adesso per trovarsi più avanti i giocatori sul pezzo: tutto condivisibile, ma così si perdono punti preziosi.

Sportiello 6: sorpreso dal sinistro di Quagliarella da posizione defilata, para alla grande il rigore dello stesso attaccante blucerchiato (44’). Nella ripresa viene però trafitto da Thorsby e Jankto, sebbene senza colpe. Giornata sfortunata.

Sutalo 5,5: nel primo tempo è un po’ troppo timido nell’appoggio in avanti, non commette gravi errori ma da quella parte manca spinta. (46’ Toloi 6: certamente meglio del compagno, prova anche qualche sortita offensiva ma senza grande fortuna).

Palomino 6: lascia troppo spazio a Quagliarella in area in occasione del vantaggio ospite, poi cresce molto con il passare dei minuti e nella ripresa è bravo in alcuni recuperi.

Djimsiti 6: controlla bene Ramirez, che passa più tempo a terra che a giocare nella prima frazione di gioco. Anche nella ripresa è attento ma sul 3-1 anche lui è fuori posizione.

Depaoli 5: incide poco, è troppo timido e finisce per perdere diverse occasioni in cui affondare. Nella ripresa la situazione non migliora, sul gol di Thorsby è in netto ritardo e dopo un’ora Gasperini lo toglie. Prestazione negativa. (60’ Hateboer 6: gioca una partita mediocre, di spazi ce ne sono pochi ma lui cerca comunque fortuna).

De Roon 6: nel primo tempo è sempre nel vivo dell’azione e corre per tutti, esce dopo un’ora per un problema fisico: speriamo non sia nulla di grave. (63’ Malinovskyi 5,5: entra quasi a freddo ma non riesce a incidere, si becca un giallo che poteva essere arancione e chiude senza mai convincere).

Pasalic 6: buona la partenza in appoggio all’azione offensiva, di grandi errori non ne commette anche se non trova il pertugio giusto nel traffico della fase difensiva dei liguri.

Mojica 5,5: molto potente e veloce, ogni tanto su qualche chiusura magari non è precisissimo ma riesce a recuperare sempre la posizione. Ingenuo in occasione del mani da rigore a fine primo tempo. (46’ Gosens 6: entra bene, cerca la via del gol con un bel diagonale e nel finale gioca da ala aggiunta).

Gomez 6: la prima conclusione in diagonale è sua (6’), gioca tantissimi palloni ma spesso è sfortunato nell’ultimo tocco. Ci prova fino alla fine, non trova la via della rete.

Ilicic 6,5: la buona notizia di giornata, è il migliore. Parte con tre tunnel nei primi tre minuti di partita, poi ci prova al 21’ su assist di Gomez ma Audero para a terra e poco dopo strappa ancora applausi con un altro gioco di prestigio. Anche nel secondo tempo è sempre nel vivo del gioco, chiude calando un po’ ma è comunque autore di una buona prova.

Lammers 5,5: ha la calamita ai piedi, gioca in modo semplice e non perde mai il pallone. Ma da una punta ci si aspetta di più. Al 25’ su assist di Ilicic colpisce di testa ma troppo centrale. Esce all’intervallo per Zapata, da rivedere. (46’ Zapata 6: lotta, sgomita e segna il rigore dell’1-2 nel finale con grande freddezza).

Gasperini 5: giornata no per il mister. Parte con sette cambi, aveva preannunciato qualche innesto definendolo un «passaggio necessario» ma alla fine le difficoltà sono state di gran lunga superiori ai benefici. Occasione persa.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia