Rebus centravanti

Abraham non vuole venire a Bergamo, senza un nuovo centravanti Zapata non si muove

Il punto di riferimento offensivo dei nerazzurri continua ad essere il colombiano di Calì, sfumata la pista che portava al 23enne inglese del Chelsea

Abraham non vuole venire a Bergamo, senza un nuovo centravanti Zapata non si muove
Atalanta 10 Agosto 2021 ore 06:30

di Fabio Gennari

Tammy Abraham, talentuoso centravanti del Chelsea classe 1997, non vuole venire a Bergamo. Il ragazzo ha fatto sapere di preferire una soluzione tra Roma e Arsenal e in queste ore nella capitale si parla di una scelta caduta sui giallorossi grazie alle presenza di Mourinho sulla panchina, ma sono questioni che ormai non riguardano più i nerazzurri: a questo punto, la permanenza a Bergamo di Duvan Zapata è molto più vicina. Le alternative, infatti, non paiono così calde come si pensava qualche giorno fa e, anche se va sempre monitorata la pista Belotti, lo scenario è cambiato.

Nell ultime ore ci sono stati contatti con il Chelsea con cui i rapporti sono ottimi, ma di fronte alla volontà del ragazzo c'è poco da fare. Venire all'Atalanta in questo momento dev'essere un motivo di orgoglio, uno stimolo importante perché lavorare con Gasperini è faticoso ma al tempo stesso può regalare grandi soddisfazioni. Abraham era in cima alla lista della Dea che a questo punto resta vigile, con Zapata che continua allenarsi a Zingonia e non spinge affatto per lasciare Bergamo.

Il domino degli attaccanti quindi potrebbe non toccare la Dea: al posto di Lukaku l'Inter prenderà Dzeko dalla Roma mentre per l'altro attaccante ci sono diverse opzioni, con Zapata che è pian piano finito in fondo alle alternative probabili. Il mercato è così, l'Atalanta non ha bisogno di vendere e per il suo numero 91 chiede una cifra tra i 45 e i 50 milioni di euro: con questi numeri sul tavolo è complicatissimo pensare che l'Inter possa davvero affondare.

Gli altri fronti caldi del mercato orobico riguardano l'attaccante esterno (ci sono diversi nomi in ballo, tra questi anche l'ex Lione Traore e James del Manchester United), mentre non trovano riscontro le voci di un interessamento per lo svizzero Zakaria (centrocampista del Borussia): per il ruolo di mediano, che attualmente non è una priorità, il favorito resta sempre Koopmeiners dell'AZ Alkmaar.