Gasp, il messaggio del rinnovo vale molto più di tante parole

Gasp, il messaggio del rinnovo vale molto più di tante parole
Atalanta 21 Settembre 2018 ore 10:29

Il segnale più importante arriva alle 20.51 di un giovedì che avrebbe potuto essere quello dell’esordio in Europa League e invece è semplicemente la vigilia dell’autunno. L’Atalanta e Gian Piero Gasperini hanno messo nero su bianco il prolungamento di contratto fino al 30 giugno 2021 con ulteriore opzione a favore della società orobica per un’altra stagione insieme, quindi fino al 30 giugno 2022. In questo momento, si tratta di una novità di importanza capitale per un ambiente che ha grande bisogno di questa dimostrazione di continuità.

 

 

Il comunicato dell’Atalanta. La società orobica ha pubblicato poche righe sul sito ufficiale per annunciare la notizia. «Atalanta B.C. e Gian Piero Gasperini sono lieti di annunciare di aver trovato l'accordo per il prolungamento del contratto del tecnico sino al 2020-2021, con opzione in favore del Club anche per la stagione 2021-2022. Un allungamento del rapporto con l'obiettivo di dare continuità al progetto iniziato tra l'Atalanta ed il tecnico nerazzurro nella stagione 2016-2017». Per la verità, il contenuto era già abbastanza chiaro fin dal giorno dopo l’eliminazione dall’Europa League, dopo l’annuncio dell’amministratore delegato Luca Percassi durante un’intervista. Una svolta era attesa nella sosta di campionato, perché che le parti fossero molto avanti nella trattativa si era intuito, ma fino al momento in cui viene messo tutto nero su bianco bisogna stare in campana e attendere gli eventi. Il tecnico e la società hanno continuato ad approfondire la questione nelle ultime due settimane e, a pochi giorni dalla gara di San Siro con il Milan, ecco l’annuncio ufficiale che per i tifosi è importantissimo. Non c’è nessun progetto che si smonta, si continua con il Gasp.

Profilo basso? No, contano sempre i fatti. La firma sul contratto è arrivata poco prima dell’annuncio sul sito ufficiale. I discorsi erano aperti da un po’ di tempo e sono iniziati molto prima del ritiro, dell’Europa League, del mercato e dell’avvio di stagione. In questa estate, l’Atalanta ha parlato poco e fatto molto, sul mercato e in campo, con il tecnico che a volte è uscito dai binari con alcune dichiarazioni di troppo mentre i dirigenti hanno lavorato in silenzio. La mossa dei Percassi è formidabile: chiudere ora il rinnovo di contratto con Gasperini dimostra nei fatti che quando l’amministratore delegato Luca Percassi parla, alla presentazione della nuova area hospitality, cercando di dare tranquillità e dicendo che le scelte del tecnico non sono in discussione e che può capitare di sbagliare, è sincero. L’Atalanta è un grande gruppo, i dirigenti lavorano e il tecnico allena: nei giorni in cui un po’ di preoccupazione per il non gioco di Ferrara prende il sopravvento, la società e il tecnico prolungano il rapporto. Alla faccia della mancanza di programmazione e delle lotte intestine che qualcuno, per settimane, ha giurato di conoscere nei dettagli.

 

 

Mister vulcanico ma fenomenale. Gian Piero Gasperini è un fenomeno in panchina. L’allenatore migliore della storia atalantina ogni tanto, davanti a telecamere e taccuini, perde la retta via e anche quando si parla di mercato è facile vederlo agitato, ma nel complesso la grande gestione dei Percassi ha portato il tecnico a prolungare. Il mister di Gugliasco sarà l’allenatore dell’Atalanta nello stadio nuovo, continuerà a portare avanti la sua idea di calcio e, anche pensando ai big della squadra, il segnale è enorme. Alla vigilia di una sfida come quella di Milano, l’annuncio diventa decisivo per il morale e per ripartire alla grande verso una rincorsa che passa forzatamente dalla salvezza per poi eventualmente puntare a quel sogno europeo che sia l’anno scorso che in questa stagione abbiamo vissuto. Visto che i contratti si firmano sempre in due, la scelta di Gasperini di accettare il prolungamento con ulteriore opzione per l’Atalanta è un segno importante di come anche lui creda fermamente nell’Atalanta. La società non ha mai pensato di mollarlo, Gasperini ha accettato il rinnovo. Avanti insieme, ripartiamo!