Di nuovo in campo

Nel pomeriggio la ripresa a Zingonia, previsto il ritorno in gruppo di Hateboer e Malinovskyi

L'olandese e l'ucraino ritorneranno a lavorare oggi con i compagni, per il tecnico della Dea si tratta di una novità importante

Nel pomeriggio la ripresa a Zingonia, previsto il ritorno in gruppo di Hateboer e Malinovskyi
Atalanta 08 Agosto 2021 ore 07:52

di Fabio Gennari

Giornata importante per il tecnico Gasperini che a Zingonia, nel pomeriggio e dopo la domenica di riposo, ricomincerà gli allenamenti con il gruppo e ritroverà anche Hans Hateboer e Ruslan Malinovskyi. Sono due elementi preziosi per la rosa dell'Atalanta, soprattutto considerando una primissima parte di stagione in cui la Dea dovrà fare i conti con alcune squalifiche. Per il tecnico un'ulteriore boccata d'ossigeno dopo settimane di lavoro con pochissimi giocatori della prima squadra a disposizione.

Hateboer ha passato alcuni mesi a cercare di risolvere una microfrattura al quinto metatarso del piede sinistro, il rientro in squadra a fine stagione 2020/21 non è coinciso con il pieno recupero e dopo aver dato forfait per Euro2020 con l'Olanda sono stati necessari altri 30 giorni per superare (speriamo completamente) un fastidio decisamente condizionante: l'intervento avrebbe richiesto tempi di recupero assai più lunghi.

Per Malinovskyi il recupero è invece record, operato di ernia addominale dopo l'eliminazione dagli Europei il calciatore ucraino è almeno 20 giorni in anticipo sulla tabella di marcia e, se non ci saranno intoppi, la sua presenza va considerata scontata per la sfida d'esordio del 21 agosto prossimo sul campo del Torino. Per Gasperini, che dovrà schierare Pasalic e Pessina in mezzo al campo, la presenza del numero 18 nerazzurro è una notizia molto importante visti gli equilibri avanzati della squadra.

Con questi due giocatori in rosa e in attesa di capire come evolverà il mercato da qui ai prossimi giorni, la rosa della Dea sta finalmente prendendo forma in modo definitivo in vista di una stagione che si preannuncia ancora una volta intensa e piene di gare (anche di alto livello) da giocare. Tra campionato, Champions League e Coppa Italia la possibilità di sfiorare ancora le 50 partite ufficiali è molto concreta.