Le pagelle

Palomino ancora strepitoso, delusione Miranchuk: Gasp, perchè non mettere subito Malinovskyi?

Nonostante la sconfitta, la prestazione dei nerazzurri è importante e ci sono diverse prestazioni che meritano applausi. Peccato solo per la serata opaca del russo

Palomino ancora strepitoso, delusione Miranchuk: Gasp, perchè non mettere subito Malinovskyi?
Atalanta 11 Settembre 2021 ore 23:35

di Fabio Gennari

Il migliore in campo è ancora una volta Palomino, nella ripresa la prestazione cresce un po' da parte di tutti e l'unica nota davvero stonata è Miranchuk: il russo, purtroppo, delude parecchio e in questo momento non sembra la scelta giusta per fare grandi cose.

Sportiello 6: devia in tuffo sul braccio di Maehle il pallone da cui poi nasce il rigore (Vlahovic poi lo spiazza), sul rigore del 2-0 intuisce la traccia ma non riesce ad intervenire. Il bello è che per tutto il resto della partita si contano sei parate tranquille e solo qualche uscita.

Toloi 6: dalla sua parte nasce il cross del primo rigore, per il resto non demerita e si guadagna la sufficienza. Molto arrabbiato con il direttore di gara a fine primo tempo.

Palomino 8: il migliore in campo. Il duello con Vlahovic è subito spettacolare, al 7’ scivolata spettacolare su Sottil in area e per il resto della gara si occupa del gioiellino serbo che trova spazio al tiro solo su rigore. Sfiora il 2-2 di testa all’81’ ma trova la grande risposta di Terracciano, baluardo.

Djimsiti 5,5: al 10’ sblocca il risultato, ma tutto viene annullato per un fuorigioco di Zapata, ingenuo al 48’ quando stende Bonaventura in area allargando la gamba destra. Al 72’ su assist di Freuler spara di testa tra le braccia di Terracciano: due errori che pesano molto sul risultato.

Zappacosta 7: grande corsa, a destra e poi a sinistra per tornare ancora a destra. Motorino inesauribile che fino alla fine cerca la via del gol arrivandoci vicino in un paio di occasioni.

Pasalic 6: tiene bene il campo nonostante non sia la sua posizione, si vede meno di Freuler ma è comunque bravo a tenere la barra dritta. (82’ Ilicic 6: un lampo solo su assist in verticale di Koopmeiners, manda Zappacosta al tiro da ottima posizione)

Freuler 6,5: cresce molto con il passare dei minuti, non c’è molto spazio ma lui è bravo a trovarlo e a non perdere quasi mai la bussola.

Maehle 5,5: grande condizione fisica, sfortunato protagonista nell’azione del calcio di rigore assegnato ai viola (50’ Gosens 6,5: si guadagna il rigore del momentaneo 1-2, fa ammonire Odriozola e il suo impatto è molto importante, va al tiro due volte e non è fortunato)

Pessina 7: prima mezz’ora da forsennato, gioca davanti e anche in costruzione. Continua a muoversi nell’ombra ma arriva davvero ovunque. Gara di grandissima quantità. (85’ Koopmeiners 6,5: gioca 10 minuti, recupero compreso, e si merita il voto per due lanci illuminanti che confermano le sue indubbie qualità)

Miranchuk 4,5: poco incisivo in avvio, al 22’ mette una palla deliziosa per Pasalic che viene anticipato da Venuti ma per tutto il primo tempo non riesce mai a incidere davvero sulla gara. (50’ Malinovskyi 7: subito una palla stupenda per Zapata che fallisce solo in area, cambia completamente volto alla gara)

Zapata 6,5: al 2’ il suo tiro cross impegna Terracciano in tuffo, fino al 54’ non si vede quasi mai e quando Malinovskyi lo mette solo davanti al portiere, sbaglia clamorosamente il gol dell’1-2. Si riscatta con il gol su rigore. Al 72’ costringe Terracciano alla parata in tuffo. (82’ Piccoli sv: finale di gara in cui si vede pochissimo).

All. Gasperini 5,5: episodi a parte, certamente complicati da digerire, commette un grave errore mandando in campo dall'inizio Miranchuk invece di Malinovskyi. La squadra nella ripresa cambia volto, senza Muriel davanti ci sono comunque tante soluzioni, ma il russo non convince. Perché schierarlo?