Atalanta
Ancora protagonisti

Post Mondiale, i quattro atalantini sono tutti a disposizione e potrebbero giocare

La forma fisica è da valutare nel medio periodo, ma intanto il tecnico nerazzurro potrà contare su tutti i reduci dal Qatar

Post Mondiale, i quattro atalantini sono tutti a disposizione e potrebbero giocare
Atalanta 03 Gennaio 2023 ore 09:10

di Fabio Gennari

La grande incognita, per tutti, saranno i mesi da qui a fine stagione per tutti i reduci dal Mondiale in Qatar. Chi è rimasto a lavorare "a casa" ha potuto seguire un programma specifico che, nei tempi più che nei modi, ha richiamato la sosta estiva. Un mese e mezzo di stop normalmente si vive tra giugno e luglio, ma poi si torna a giocare solo in amichevole; qui tutto è stato più corto e con solo metà stagione nelle gambe (anche meno), quindi c'è da capire come andranno le cose da domani al 4 giugno.

I calciatori presenti in Qatar per l'Atalanta erano quattro: gli olandesi de Roon e Koopmeiners, il danese Maehle e il croato Pasalic. Tutti sono a disposizione del tecnico, il loro ritorno a Bergamo è avvenuto con tempi diversi ma domani a La Spezia, salvo sorprese dell'ultima ora, ci saranno tutti e quattro. E almeno due, forse tre, potrebbero giocare dall'inizio nel 3-4-1-2 che ormai è il modulo di riferimento per Gian Piero Gasperini. Sarà una gara ostica, serve l'aiuto di tutti.

Maehle è il primo a essere tornato, il suo Mondiale è stato poco esaltante e a Bergamo si è rivisto in forma ma anche in un ruolo nuovo. Gasperini lo ha provato, con discreti risultati, anche da mediano alla de Roon: si tratta di una prova che aumenta le opzioni a disposizione ma non dovrebbe prevedere nuovi scenari a stretto giro di posta. Intanto Maehle c'è, anche da mediano. In quella zona del campo si sono rivisti in ottima forma sia de Roon che Koopmeiners: loro due a La Spezia sono attesi titolari insieme a Ederson e ci sono pochi dubbi sul rendimento che possono garantire.

L'ultimo arrivato è Pasalic: il croato ha giocato sette partite in Qatar (seppur non per intero e nemmeno da titolare fisso) e il terzo posto della sua Nazionale conferma come il gruppo guidato da Modric sia uno dei migliori al mondo. Pasalic nell'Atalanta è un elemento prezioso che può giocare sia in mezzo al campo che in attacco, a La Spezia dovrebbe partire dalla panchina ma Gasperini dovrebbe lanciarlo comunque nella mischia.

Seguici sui nostri canali