Menu
Cerca
Bella vittoria al Gewiss Stadium

Prima svagata, poi travolgente: vittoria meritata dell’Atalanta per 3-1 sullo Spezia

Servivano tre punti per ripartire nella corsa Champions e la Dea li ha ottenuti con pieno merito, seppur nel primo tempo l'ottima formazione di Italiano abbia imbrigliato i nerazzurri

Prima svagata, poi travolgente: vittoria meritata dell’Atalanta per 3-1 sullo Spezia
Atalanta 12 Marzo 2021 ore 22:49

di Fabio Gennari

Nonostante un brutto primo tempo, l’Atalanta supera con pieno merito lo Spezia per 3-1 e sale a 52 punti in classifica. Mattatore della sfida è Pasalic (doppietta), in rete anche Muriel con un gran destro all’incrocio dei pali, mentre per gli ospiti è Piccoli (altro atalantino, ma in prestito) a scrivere il suo nome sul tabellino. Unica nota stonata della serata l’uscita di Djimsiti: l’albanese si toccava la coscia destra e le sue condizioni sono dunque da valutare.

Qualche cambio per Gasperini in avvio di gara rispetto alle attese. Con Palomino per Romero, Pasalic per Pessina e Ilicic per Zapata, la formazione orobica è un po’ diversa da quella che ci si sarebbe aspettati e la sensazione è che qualche pensiero a Madrid sia stato fatto. Nello Spezia invece tutto confermato, il 4-3-3 di Italiano ormai è un marchio di fabbrica indipendentemente dagli interpreti.

12 foto Sfoglia la gallery

In avvio di gara l’Atalanta prova subito a mettere in difficoltà lo Spezia: al 2’ gran lancio di de Roon per Ilicic, che serve in area Maehle contrato in angolo da Erlic; al 4’ punizione di Muriel per Pasalic, con il colpo di testa che sibila di poco fuori. Ma chi pensava a un primo tempo scoppiettante della Dea, deve ricredersi. Nei restanti 41 minuti più recupero, la formazione nerazzurra gioca male e non riesce mai a proporsi in avanti, mentre lo Spezia si dimostra squadra con una precisa identità e al 16’ è Maggiore a impegnare Sportiello su angolo di Ricci.

L’unico altro lampo del primo tempo è il pallonetto tentato da Ilicic (18’) su palla recuperata da Pasalic (respinge Erlic con Zoet fuori porta) e al 33’ serve pure una grande parata di Sportiello su Ricci (bello l’assist di Verde) per evitare la beffa. All’intervallo la sensazione è che la squadra sia troppo lenta e svagata.

Dopo il riposo, però, gli ospiti rimangono negli spogliatoi e l’Atalanta sistema la pratica nel giro di una decina di minuti. Al 53’ Maehle e Ilicic lavorano un bel pallone sulla destra, la palla arretrata dello sloveno per Pasalic è perfetta e il numero 88 croato è bravo a insaccare di giustezza sul palo alla sinistra di Zoet. Sbloccato il risultato, l’Atalanta gioca sul velluto e al 55’ arriva lo straordinario raddoppio di Muriel: cross di Maehle, stacco acrobatico di Gosens che appoggia per il numero 9 colombiano che si gira in un fazzoletto e spedisce un missile all’incrocio dei pali.

Con Zapata e Malinovskyi per Ilicic e Muriel, l’Atalanta continua a trovare grande ritmo in avanti e il 3-0 arriva al secondo tentativo sull’asse Zapata-Pasalic: al 70’ cross del numero 91 e colpo di testa appena alto del croato, mentre al 73’ palla recuperata da Malinovski per Zapata che appoggia al centro, dove Pasalic insacca la doppietta. Nel finale lo Spezia trova il gol del 3-1 con la combinazione Farias-Estevez-Piccoli (terzo gol in A per il 2001 di proprietà della Dea), Gasperini protesta tantissimo per un contatto Chabot-Gosens (84’) e all’86’ è Zapata a fallire il poker solo davanti a Zoet. In ogni caso, missione compiuta per Gasperini e i suoi ragazzi: l’Atalanta sale a 52 e ora può pensare alla grande serata di Madrid.

Atalanta-Spezia 3-1
Reti: 53’ e 73’ Pasalic (A), 55’ Muriel (A), 82’ Piccoli (S)

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello, Toloi, Palomino, Djimsiti (54’ Romero), Maehle, de Roon, Freuler, Gosens (91’ Ruggeri), Pasalic (91’ Pessina), Ilicic (66’ Malinovskyi), Muriel (66’ Zapata). All. Gasperini

Spezia (4-3-3): Zoet, Vignali (67’ Acampora), Ismajli (80’ Chabot), Erlic, Marchizza, Leo Sena, Ricci, Maggiore (67’ Estevez), Verde (80’ Farias), Nzola (80’ Piccoli), Gyasi. All. Italiano.

Arbitro: Marini di Roma (Rocca e Perrotti; La Penna; Nasca e Tegoni).

Ammoniti: 8’ Toloi (A), 25’ de Roon (A)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli