Atalanta
3 punti d'oro

Una vittoria che pesa molto, inverte il trend e regala una sosta serena all'ambiente

Dopo due ko consecutivi lontano da Bergamo per 1-0, i nerazzurri vincono nonostante un attacco decimato. Un successo che dà positività

Una vittoria che pesa molto, inverte il trend e regala una sosta serena all'ambiente
Atalanta 21 Marzo 2022 ore 09:00

di Fabio Gennari

La corsa sarà punto a punto fino al termine della stagione, ma è indubbio che vincere a Bologna in quel modo, senza cinque dei sei attaccanti della rosa e con un 2003 che fino a poco tempo fa giocava tra i dilettanti, lancia un segnale fortissimo a tutto il campionato: l'Atalanta non è solo la bella delle notti europee, ma anche in campionato ha tutta l'intenzione di dire la sua. Con il cuore e con la voglia di continuare a stupire che l'hanno caratterizzata negli ultimi anni.

Il secondo 1-0 della settimana dopo quello di Leverkusen permette alla squadra di Gasperini di raggiungere quota 51 punti assieme alla Roma, ma c'è sempre la gara contro il Torino da recuperare e quindi sono i bergamaschi ad avere, potenzialmente, in mano il quinto posto. La Lazio, tritata dai giallorossi nel derby, è ferma a 49 (con una partita in più) e la Fiorentina che ha impattato 1-1 a Milano con l'Inter è ferma a 47: avendo anche i gigliati la sfida con l'Udinese da recuperare, il vantaggio potenziale dell'Atalanta è tutto da verificare.

Dopo due sconfitte di misura in trasferta consecutive in campionato (1-0 dalla Fiorentina e dalla Roma), il primo mese di maggioranza azionaria americana si chiude con una bella vittoria esterna che cementa la convinzione dei bergamaschi che la corsa europea sia un traguardo importante e assolutamente alla portata di un gruppo che non molla mai nemmeno di un centimetro.

Le due settimane di sosta che iniziano oggi permetteranno a Gasperini di recuperare diversi elementi: Miranchuk, Boga e Malinovskyi torneranno in gruppo, con Zapata che scalpita e che vede la luce del rientro in fondo al tunnel. Dopo la sosta con il Napoli (che sarà privo di Osimhen e Rrahmani squalificati e forse Di Lorenzo infortunato) non ci sarà Toloi, che mancherà anche nella gara di andata in Germania con il Lipsia, ma la rosa dei titolari si sta un allargando anche grazie alle scelte di Gasperini: Scalvini viene ormai inserito con continuità e poi ci sono i tanti elementi con la targhetta "usato sicuro" che offrono ampie garanzie.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter