Atalanta
Le ultime dal campo

Verso lo Young Boys: Palomino non ci sarà, Muriel dovrebbe andare in panchina

Un forfait e un recupero per il mister dei nerazzurri, che dovrà cambiare in difesa ma si ritroverà un'importante arma in più in attacco

Verso lo Young Boys: Palomino non ci sarà, Muriel dovrebbe andare in panchina
Atalanta 28 Settembre 2021 ore 09:00

di Fabio Gennari

Ci siamo, è la vigilia di Atalanta-Young Boys. La formazione nerazzurra si ritrova oggi (28 settembre) al Centro Bortolotti per iniziare il ritiro in vista della gara valida per la seconda giornata del girone F di Champions League, si gioca a Bergamo domani sera alle 18.45 e lo stadio, nonostante i prezzi delle due Tribune decisamente alti, sarà quasi tutto esaurito: su 7.800 tagliandi a disposizione ne sono stati venduti 7.400. La squadra di Gasperini si allenerà nel pomeriggio a Zingonia, la conferenza stampa del tecnico e di Remo Freuler è fissata subito dopo l'ora di pranzo.

Del gruppo che prenderà parte alla gara contro lo Young Boys non farà certamente parte il difensore argentino Palomino. Il numero 6 dei nerazzurri si è fermato a Milano per un guaio muscolare, gli accertamenti cui è stato sottoposto ieri hanno rivelato una lesione di primo grado del bicipite femorale che lo terrà fuori dalla partita contro gli svizzeri e che dovrà essere rivalutata giorno per giorno in vista del Milan. Senza il centrale tucumano, la linea a tre davanti a Musso sarà formata da Toloi, Demiral e Djimsiti, con Lovato, Scalvini ma anche l'ultimo arrivato Koopmeiners come alternative.

In attesa di capire da Gasperini se ci siano altri dubbi di formazione, la buona notizia è arrivata da Luis Muriel, che ha finalmente svolto una parte di allenamento con il gruppo. La convocazione del colombiano ormai sembra scontata, si tratta solo di capire quanti minuti abbia nelle gambe e se la sfida agli svizzeri possa rappresentare già un'occasione importante per tornare in campo o se tutto sarà rimandato alla gara di campionato di domenica sera contro il Milan.

Il resto della formazione non presenta grandi dubbi: davanti dovrebbe toccare ancora a Malinovskyi e Pessina con Zapata punta centrale, mentre in mezzo al campo la linea a quattro potrebbe essere formata da Zappacosta, de Roon, Freuler e Gosens. Le possibili mosse alternative del tecnico di Grugliasco potrebbero vedere tra i protagonisti anche Koopmeiners, Maehle, Ilicic e lo stesso Muriel. Attenzione anche alla voglia di Piccoli e in generale a una squadra come quella nerazzurra, che anche a San Siro ha lanciato importanti segnali di crescita.