Attualità
Grande risultato

Il centro Iccsai dell'Università di Bergamo redigerà il Piano nazionale degli aeroporti

Il centro studi dell'UniBg, in cordata con la capofila Aecom e To70, è risultato vincitore del Bando Enac per l’aggiornamento del documento

Il centro Iccsai dell'Università di Bergamo redigerà il Piano nazionale degli aeroporti
Attualità Bergamo, 09 Ottobre 2021 ore 13:36

Il centro Iccsai Transport and Sustainable Mobility dell’Università degli studi di Bergamo, in cordata con la capofila Aecom e To70, è risultato vincitore del Bando Enac per l’aggiornamento del Piano nazionale degli aeroporti.

Obiettivo principale del Piano nazionale degli aeroporti è quello di fornire un’analisi del ruolo degli aeroporti italiani rispetto alle esigenze e agli obiettivi, territoriali e nazionali, individuando conseguentemente indirizzi strategici ed elementi prioritari di sviluppo che forniscano al Paese una struttura aeroportuale adeguata competitiva all’interno di un piano di sviluppo sostenibile.

Remo Morzenti Pellegrini

Si tratta di un documento di particolare rilevanza per il settore: l’Ateneo orobico potrà così mettere a disposizione le proprie competenze per un documento centrale per il rilancio green del trasporto aereo.

«Aver vinto la selezione - commenta il rettore dell’Università degli studi di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini -, vista anche la valenza dei competitor che hanno partecipato al bando, è per noi un importante riconoscimento delle attività che ormai da 15 anni il Centro ICCSAI svolge nell’ambito degli studi sul trasporto aereo, oltre a essere motivo di grande orgoglio per l’intero Ateneo, che ha creduto nel valore di ICCSAI e lo ha trasformato in Centro Universitario multidisciplinare».

Paolo Malighetti

«È anche un riconoscimento - aggiunge il professor Paolo Malighetti, direttore del centro Iccsai Transport and Sustainable Mobility dell’Università degli studi di Bergamo - di come sia stata considerata vincente la progettazione e la creazione di una partnership che combina la conoscenza della realtà territoriale all’ampio respiro internazionale; Aecom è una multinazionale di origine americana e partecipa alla gara con tre diverse sedi europee (Italia, Spagna e Uk), mentre To70 è una società di origine olandese che vanta la propria presenza in Europa, Australia, Asia e America, particolarmente improntata alla consulenza in ambito aeroportuale, e con una buona conoscenza della realtà italiana, grazie alla sede basata in Italia di cui l’ing. Bruno Rampinelli Rota ne è responsabile».