Attualità
La sentenza

Conad, il tribunale ha dato ragione ai 4 lavoratori dell'ex Auchan di via Carducci lasciati a casa

Per loro è stato predisposto l'immediato reintegro e il pagamento delle retribuzioni arretrate a decorrere dal primo settembre 2020

Conad, il tribunale ha dato ragione ai 4 lavoratori dell'ex Auchan di via Carducci lasciati a casa
Attualità Bergamo, 16 Gennaio 2023 ore 13:03

Furono una ventina i lavoratori che, con il passaggio nel settembre 2020 da Auchan a Conad del supermercato di via Carducci, vennero esclusi dalla nuova direzione. Per quattro di loro, quelli che scelsero di presentare ricorso, è arrivata un'importante vittoria in Tribunale.

Il sindacato Filcams-Cgil Bergamo, in collaborazione con l’Ufficio Vertenze Cgil, e con l’assistenza legale dell’avvocato Andrea Sterli, presentarono due cause, le cui udienze conclusive dei giudizi di primo grado si sono svolte lo scorso 8 novembre e 6 dicembre. Nicholas Pezzé, segretario generale della Filcams-Cgil di Bergamo, ha spiegato: «Il Tribunale di Bergamo, accogliendo integralmente i ricorsi dei quattro lavoratori che si erano rivolti a noi per impugnare la loro mancata ricollocazione, ha sancito l'illegittimità della scelta aziendale praticata in sede di accordo sindacale che noi non avevamo sottoscritto, riconoscendo agli esclusi il diritto all'immediato reintegro sul posto di lavoro. Siamo dunque pienamente soddisfatti».

Non solo, il tribunale ha disposto il pagamento delle retribuzioni arretrate a decorrere dal primo settembre 2020 e fino a oggi. Il segretario generale aggiunge: «Queste sentenze dimostrano che la scelta di Conad è stata totalmente discriminatoria e irriconoscente verso chi ha dedicato parte della propria vita lavorativa a quel punto vendita. Auspichiamo pertanto che la ricollocazione avvenga a breve per permettere a questi quattro lavoratori di riprendersi un posto di lavoro ciò che è stato loro negato in questi due anni».

La sentenza si innesta su una questione complessa fin dal principio, perché, nell'estate 2020, prima del passaggio di direzine, si era tenuta una trattativa per il trasferimento al Gruppo Conad dei circa 150 dipendenti impiegati all'epoca all'interno del punto vendita Auchan. «Un’intesa tra le parti- ricorda il sindacato -che aveva visto la ferma opposizione della CGIL, alla fine aveva previsto che solo una parte dei lavoratori e delle lavoratrici passasse al nuovo gestore».

Seguici sui nostri canali