Attualità
Situazione allarmante

A Locatello è emergenza idrica: gli abitanti possono usare solo acqua in bottiglia

L'ordinanza del sindaco vieta l'utilizzo «potabile», anche previa bollitura. Colpa della siccità e delle tante perdite nelle tubazioni

A Locatello è emergenza idrica: gli abitanti possono usare solo acqua in bottiglia
Attualità Val Brembana e Imagna, 09 Luglio 2022 ore 10:00

Un'ordinanza simile a quelle già emesse nelle scorse settimane da altri sindaci bergamaschi (compreso Giorgio Gori a Bergamo), ma decisamente più limitante. E preoccupante. A Locatello, piccolo comune della Valle Imagna, da giovedì (7 luglio) gli abitanti non possono più utilizzare l’acqua per uso potabile, ovvero per lavare alimenti o cucinarli così come per bere, neppure previa bollitura.

Una decisione presa dal primo cittadino Simona Carminati a causa del «continuo diminuire delle acque sorgive di approvvigionamento dei bacini idrici comunali», come si legge nel documento. Nel quale si specifica che l'acqua è quindi utilizzabile esclusivamente per uso «igienico sanitario».

Nello specifico, il motivo dell'ordinanza è da legarsi al fatto che nel sistema idrico di Locatello si è immessa acqua non potabile per poter sostenere un sistema in forte crisi a causa della siccità. E non solo. Come spiega L'Eco di Bergamo, infatti, il Comune è anche vittima di un grave problema di perdite delle tubazioni.

Per risolvere la situazione si è quindi deciso di immettere l’acqua proveniente da una sorgente di Brumano, parallelamente scoprire le falle nelle tubazioni e ripararle. E mentre gli abitanti sono corsi a fare scorta di acqua in bottiglie di plastica, il vicesindaco Nicola Bugada, a L'Eco, ha commentato: «Da lunedì tecnici e operai saranno impegnati a otturare i buchi con la speranza che l’acqua possa riprendere a scorrere in modo tale di servire tutti gli utenti di Locatello. Per quanto riguarda le analisi dell’acqua, verificheremo se è possibile usare l’acqua almeno previa bollitura».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter