Attualità
La commemorazione

«Mai più la guerra»: l'appello degli Alpini brembani nel ricordo di Nikolajewka

Un ricordo intenso e un ideale inno alla pace proprio nei giorni in cui la guerra domina con prepotenza la scena

«Mai più la guerra»: l'appello degli Alpini brembani nel ricordo di Nikolajewka
Attualità Val Brembana e Imagna, 26 Febbraio 2022 ore 18:16

Un ricordo intenso e un ideale inno alla pace proprio nei giorni in cui la guerra domina con prepotenza la scena. Si è rinnovato sabato 26 febbraio a Valnegra l'annuale ritrovo dei diciotto gruppi degli Alpini dell'Alta Valle Brembana a ricordo della vittoriosa battaglia di Nikolajewka del 1943, durante la tragica ritirata di Russia.

IMG-20220226-WA0017
Foto 1 di 8
IMG-20220226-WA0021
Foto 2 di 8
IMG-20220226-WA0020
Foto 3 di 8
IMG-20220226-WA0019
Foto 4 di 8
IMG-20220226-WA0015
Foto 5 di 8
IMG-20220226-WA0016
Foto 6 di 8
IMG-20220226-WA0014
Foto 7 di 8
IMG-20220226-WA0018
Foto 8 di 8

 

Da sempre il ritrovo, abbinato per decenni anche ad un'importante staffetta di sci di fondo, coinvolge le Penne Nere brembane, in prima fila nelle iniziative di solidarietà a livello vallare e nelle singole comunità. Ad aprire la cerimonia davanti al monumento ai caduti di Valnegra è stato l'ingresso del labaro sezionale di Bergamo, seguito dai gagliardetti dei diciotto gruppi, dal gonfalone del Comune di Valnegra e dal gagliardetto del Cai Alta Val Brembana. Dopo la deposizione della corona di alloro da parte di due alpini del Gruppo di Moio de' Calvi, ci sono stati l'intervento dell'alpino Roberto Boffelli, coordinatore della zona 7, e la benedizione delle lapidi da parte del parroco don Andrea Mazzoleni.

Fra i brevi discorsi ufficiali quello di Angelo Bonzi, presidente del Comitato Nikolajewka, che ha dato lettura di un messaggio del generale Alberto Vezzoli, nativo di Valnegra. All'insegna di un accorato auspicio di pace anche i saluti di Beppe Oberti del Cai Alta Val Brembana, del sindaco Enzo Milesi, del presidente della Comunità Montana Valle Brembana, Jonathan Lobati. Presente anche il maresciallo Nicola Spera, comandante la stazione Carabinieri di Piazza Brembana.

A nome della Sezione hanno parlato il vicepresidente Giuseppe Brighenti responsabile della zona 4 e, soprattutto, il vicepresidente vicario Stefano Casetto. Quest'ultimo ha portato il saluto del presidente Giorgio Sonzogni, impegnato a Roma per l'udienza dedicata agli Alpini dal Papa.

Il pomeriggio di memoria (accompagnato dalla tromba di Paolo Sonzogni) si è chiuso nella vicina  parrocchiale di San Michele, dove il capogruppo di Valnegra Franco Pizzamiglio ha recitato a memoria la Preghiera dell'Alpino. Struggenti le parole e le note di chiusura del canto Signore delle Cime.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter