Attualità
Importanti passi avanti

Nuova Lecco-Bergamo: due mesi per iniziare la progettazione e nove per finirla

Dopo tanta attesa, Anas ha finalmente fornito delle tempistiche ufficiali circa la realizzazione dell'infrastruttura

Nuova Lecco-Bergamo: due mesi per iniziare la progettazione e nove per finirla
Attualità 24 Novembre 2021 ore 15:14

Dopo che, a settembre, era stato dato l'annuncio dell'accordo per la progettazione esecutiva, come riferiscono i colleghi di PrimaLecco ci sono finalmente delle tempistiche ufficiali circa i lavori della Lecco-Bergamo. Si parla di due mesi per iniziare la progettazione e di nove per finirla. Anas, infatti, ha inviato alla Provincia di Lecco la convenzione sottoscritta relativa alla redazione del progetto esecutivo di completamento dei lavori di realizzazione della variante alla strada statale 639 Lecco-Bergamo, lotto San Gerolamo.

Secondo il cronoprogramma stabilito, Anas si impegna ad avviare la progettazione esecutiva entro due mesi dalla sottoscrizione della convenzione, a redigere il progetto esecutivo ed effettuare la verifica ai fini della sua validazione entro nove mesi dalla data di avvio della progettazione. Anas, inoltre, ha concordato di assumersi la progettazione esecutiva «riconoscendo il permanere dell’interesse pubblico alla realizzazione dell’opera, alla quale intende assicurare il rispetto degli standard tecnici progettuali che gli appartengono in quanto gestore della infrastruttura viaria rientrata nella sua competenza gestionale a seguito del trasferimento della ex Ss 639 alla rete stradale nazionale avvenuto in data 3 maggio 2021».

«La sottoscrizione della convenzione - commentano il vicepresidente vicario Bruno Crippa e il consigliere provinciale di Lecco delegato alla Viabilità, Mattia Micheli - rappresenta una tappa fondamentale del lungo e complesso lavoro portato avanti dalla Provincia di Lecco, insieme al presidente uscente Claudio Usuelli e al consigliere Stefano Simonetti, che ha consentito di avviare un percorso condiviso con Anas per arrivare alla progettazione esecutiva dell’opera. Un lavoro a stretto contatto con Ministero, Regione Lombardia e Anas per trovare una soluzione alla complessa vicenda e ripartire prima possibile con la progettazione esecutiva necessaria per la ripresa dei lavori. La convenzione definisce chiaramente i compiti e le responsabilità degli attori coinvolti, la tempistica e le condizioni necessarie per arrivare alla progettazione esecutiva».