Slittamento

Piazza Dante, la consegna dell'area al Comune rinviata a settembre

Intanto Palazzo Frizzoni ha chiuso la parte contrattuale con la seconda ditta della gara d'appalto: quella arrivata prima è fallita la primavera scorsa

Piazza Dante, la consegna dell'area al Comune rinviata a settembre
Attualità 30 Agosto 2021 ore 12:27

I lavori del privato a Piazza Dante, che avrebbe dovuto consegnarla entro il 31 luglio scorso, sono ancora in corso e il Comune potrà averla a disposizione, per il suo lotto di lavori, solo verso metà settembre.

A comunicarlo è stato l'assessore alla Riqualificazione urbana, Andrea Valesini, al Corriere della Sera Bergamo, al quale ha anche spiegato come ciò sia dovuto alla richiesta di più tempo per la realizzazione di determinati lavori, precisando inoltre che non ci sono stati in realtà problemi particolari.

Intanto, Palazzo Frizzoni ha chiuso la parte contrattuale con la ditta arrivata seconda alla gara d'appalto, la Perico Renato Srl Costruzioni edili, di Villa di Serio. Questo perché quella classificatasi prima, un'impresa di Torino, è fallita la primavera scorsa: quando gli uffici del Comune hanno cercato di contattarla, a maggio, per iniziare a discutere dei documenti e dei lavori, hanno scoperto che risultava irreperibile, così ci si è affrettati a rivolgersi all'altra. In questo modo dovrebbe essere garantita, sempre secondo Valesini, la continuità dei lavori una volta che riceverà la piazza finiti i lavori del privato a settembre.

In questo primo lotto di lavori sono stati spesi 1,4 milioni di euro, compresa Iva e spese tecniche. La cordata Previtali-Cividini, che aveva acquistato lo spazio sotterraneo nel 2016, intende farne un'area con locali e ristoranti. Il Centro Piacentiniano in quest'area era stato abbassato dal Comune di circa 50 centimetri, poiché aveva rimosso il verde, l'asfalto e parte del terreno sottostante. Il privato ha poi realizzato lo scavo e i locali tecnici, con vasche di laminazione per ridurre la portata delle acque: questo sistema dovrebbe quindi impedire, durante forti temporali, che vengano rigurgitate dai tombini con conseguenti disagi. Oltre a questo sarà realizzata l'impermeabilizzazione dell'area assieme alle vie di fuga.

Da qui inizieranno poi i lavori da parte dell'Amministrazione, con la realizzazione del sottofondo, la posa della pavimentazione e della fontana restaurata, così come le piantumazioni e le finiture. L'obiettivo è terminare i lavori entro la primavera del 2022, in concomitanza con il secondo lotto in piazza Cavour.