Cronaca
Un anno e mezzo dopo

Archiviate le multe ai sindaci in corteo per l'ospedale di San Giovanni Bianco, amara vittoria

Nell'agosto 2021 le sanzioni ai primi cittadini brembani, accusati di aver bloccato il traffico. Ora la decisione del prefetto. Il commento di Milesi, vicesindaco di San Pellegrino

Archiviate le multe ai sindaci in corteo per l'ospedale di San Giovanni Bianco, amara vittoria
Cronaca Val Brembana e Imagna, 20 Gennaio 2023 ore 11:48

Sono stati archiviati dal Prefetto di Bergamo i verbali della Digos che prevedevano una sanzione per i sindaci della Valle Brembana che, il 7 agosto del 2021, avevano sfilato accanto ai propri concittadini per denunciare l’impoverimento dei servizi dell’ospedale di San Giovanni Bianco (e chiederne il ripristino).

Il corteo, di natura pacifica con striscioni e slogan, era stato "punito" per aver bloccato temporaneamente la circolazione stradale, tanto da portare i sindaci a rischiare ciascuno una multa fino ai quattromila euro.

Il commento

«Resta l'amarezza», è il commento del vicesindaco di San Pellegrino, Vittorio Milesi, anche lui coinvolto nella vicenda, sottolineando che l'archiviazione «è una notizia positiva della quale prendiamo atto». A manifestare solidarietà nei confronti dei sindaci multati si erano schierate forze politiche di diversi livelli e credo politici, dal leader della Lega Matteo Salvini, ai politici del territorio Daniele Belotti, Stefano Benigni e Alessandro Sorte, senza contare il forte intervento social del sindaco di Bergamo, Giorgio Gori.

Uno dei verbali recapitati ai sindaci

Richieste per l'ospedale ignorate

Milesi, nel suo commento alla vicenda, ha aggiunto delle considerazioni generali sulla condizione dell'ospedale: «Resta intatta l'amarezza per una vicenda che ha visto i Sindaci della Valle Brembana doverosamente a fianco dei loro cittadini, chiedere in modo pacifico la salvaguardia del presidio ospedaliero di San Giovanni Bianco e il rispetto della legge a tutela del diritto alla salute. Un'amarezza aggravata dalla circostanza che a un anno e mezzo di distanza dalla manifestazione dobbiamo purtroppo constatare che le innumerevoli richieste presentate per chiedere il ripristino del servizi che la legge prevede come obbligatori per il presidio ospedaliero di San Giovanni Bianco e per il rilancio della struttura, sono state completamente ignorate e disattese nel silenzio generale».

Il corteo del 7 agosto 2021

Il nuovo auspicio

Milesi ha poi concluso: «Per questa ragione, esprimiamo l'auspicio che chi con tanta solerzia nell'agosto 2021 ha ritenuto di individuare violazioni di legge a carico dei Sindaci della Valle Brembana, verifichi con altrettanta solerzia e rigore se presso l'ospedale sono assicurati e garantiti i servizi che la legge prevede come obbligatori a tutela del diritto alla salute del cittadino».

Seguici sui nostri canali