Rabbia e disagi

Il Milano-Bergamo via Carnate è… un carnaio. I pendolari sono esasperati

Nulla di nuovo, purtroppo. Peccato che ci sia pure il coronavirus adesso. E il distanziamento dove sarebbe?

Il Milano-Bergamo via Carnate è… un carnaio. I pendolari sono esasperati
05 Ottobre 2020 ore 16:16

Ci risiamo, ma con l’aggiunta del Covid: troppa gente sui treni e i pendolari sono esasperati. Questa mattina, lunedì 5 ottobre, era davvero difficile riuscire a salire sul convoglio Trenord delle 7.10 per Milano della linea Bergamo-Milano via Carnate. Lo racconta PrimaMerate.

Con l’apertura delle scuole e i rientri dalle ferie, la vita è pressoché tornata alla normalità con l’effetto, già preventivato, di un aumento dei contagi un po’ ovunque. Quelle che invece non erano state messe a preventivo sono certe situazioni che possono diventare pericolose per un’eventuale trasmissione del coronavirus e che purtroppo si stanno verificando di frequente. L’esempio arriva dai “poveri” pendolari fermi alla stazione di Arcore in attesa del treno per Milano della linea Bergamo-Milano via Carnate. Decine di persone ammassate per salire sul convoglio delle 7.10, già pieno di passeggeri.

E non è un caso isolato, come testimoniano alcuni pendolari della tratta. Ad esempio, la stessa situazione si è verificata anche nella corsa precedente delle 6.45. Ma in linea generale la tratta in questione è una delle più congestionate e, lamentano i passeggeri, riuscire a mantenere le distanze di sicurezza, certe mattine, è davvero impossibile.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia