Ricerche terminate

Recuperato il corpo di Claudio Togni nel fiume, a Cassano d’Adda

Il tecnico di Paladina era caduto in acqua venerdì 29 giugno mentre lavorava allo sbarramento Italgen

Recuperato il corpo di Claudio Togni nel fiume, a Cassano d’Adda
Pubblicato:
Aggiornato:

Il cadavere rinvenuto questa mattina, domenica 7 luglio, a Cassano d'Adda, nei pressi della diga del Retorto vicino al Canale Muzza, è quello di Claudio Togni, l'operaio di 58 anni di Paladina caduto nell'acqua dalla passerella della diga di Concesa a Trezzo sull'Adda il 28 giugno scorso mentre lavorava alla chiusura di una diga di sbarramento Italgen.

Le ricerche erano state incessanti, ma non avevano portato ad alcun risultato. Considerando l'allerta meteo di questi giorni, l’attività era stata sospesa per permettere l'apertura delle dighe a monte. Invece proprio domenica mattina il corpo è riaffiorato ed è stato avvistato da alcuni passanti.

Per procedere al recupero sono stati impegnati i vigili del fuoco di Bergamo e i nuclei sommozzatori e soccorso acquatico del Comando di Milano.

«Con immenso dolore - si legge in una nota di Italgen - oggi abbiamo ricevuto la conferma della scomparsa del nostro collega Claudio Togni, caduto nelle acque del fiume Adda nei pressi di Concesa mentre operava sulla diga di sbarramento il 28 giugno scorso. Nel corso dei suoi 34 anni di servizio, Claudio si è sempre distinto per la sua grande professionalità e le sue immense doti umane, la sua scomparsa lascia in noi un vuoto profondo. In questo difficilissimo momento tutti noi di Italgen ci stringiamo attorno alla sua famiglia, a cui inviamo le nostre più sentite condoglianze, ed ai colleghi che quotidianamente lavoravano con lui».

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali