Menu
Cerca
A Caravaggio

Ubriaco, bestemmia contro alcuni passanti e viola il coprifuoco: multa da 600 euro

L’episodio risale a sabato scorso (10 aprile): il giovane, di origine marocchina e incensurato, era uscito a bere in un parco del paese in compagnia di un amico

Ubriaco, bestemmia contro alcuni passanti e viola il coprifuoco: multa da 600 euro
Cronaca 13 Aprile 2021 ore 17:35

Il risveglio dopo la serata alcolica poteva certamente essere migliore: come riportano i colleghi di PrimaTreviglio, invece, un giovane di Caravaggio dovrà pagare 600 euro di multa per ubriachezza molesta e per aver violato il coprifuoco.

L’episodio risale a sabato scorso (10 aprile), quando il giovane ha pensato bene di ubriacarsi in compagnia di un amico in un parco al centro del paese, bestemmiare contro i clienti in attesa fuori da un locale e scontrarsi anche con gli agenti della polizia locale intervenuti.

I due ragazzi, di origine marocchina, incensurati, erano stati sorpresi a bere da una pattuglia impegnata in un servizio di routine in via Locatelli. Richiamati dagli agenti, uno dei due ha obbedito e si è diretto verso casa. O meglio, ci ha provato visto che è stato trovato pochi minuti dopo disteso a terra dalla stessa pattuglia che lo ha aiutato a rincasare.

L’amico invece, brandendo una bottiglia pressochè vuota di limoncello ha deciso di prendersela bestemmiando contro i clienti di un locale, in attesa di essere serviti d’asporto. La polizia locale non ha potuto far altro che multarlo per bestemmie e ubriachezza molesta: in totale 204 euro di verbale. Il giovane però, non pago, è stato nuovamente fermato dalla polizia mentre passeggiava per le vie di Caravaggio attorno alle 23. Ed è allora che è scattata la terza multa, questa volta da 400 euro per violazione del coprifuoco.

«Quando la via della collaborazione e del buonsenso non può essere percorsa per mancanza di senso civico è giusto far rispettare la legge con denunce e sanzioni – ha commentato il sindaco Claudio Bolandrini -. È un atto dovuto verso i cittadini che si comportano con responsabilità rispettando le leggi».