Buone performance

Gioco Online: il bilancio provvisorio di questo 2020

Gioco Online: il bilancio provvisorio di questo 2020
Bergamo, 01 Settembre 2020 ore 00:00

Per quanto riguarda il settore del gioco online il primo semestre del 2020 si è concluso con un bilancio più che positivo, relativamente a quelle che erano le premesse dopo la conclusione di un anno piuttosto anomalo come quello precedente.

In effetti non era facile fare una previsione del tutto attendibile, viste le dinamiche, i mutamenti e tutto ciò che ne conseguiva da un 2019 che da un lato aveva registrato buone performance, ma dall’altro aveva sancito uno stop netto e brusco, in termini di visibilità per il comparto del gambling online.

Il gioco online: cosa è successo durante il primo semestre del 2020

Le cose però non potevano prevedere quanto accaduto durante l’avvio del 2020, con la filiera del gioco di tipo fisico che si è dovuta fermare per uno stato di necessità, lo stesso dicasi per il settore limitrofo delle scommesse sportive, sia quelle relative al betting online, sia quelle del circuito di tipo fisico. E’ stato quindi fisiologico registrare un cambio di direzione, per il settore dei casinò digitali e non solo, con un ritorno imprevedibile per il poker online, da torneo, live e in modalità poker cash. Non è un caso se si sono registrati i migliori dati degli ultimi 3 anni, visto che il circuito del poker sembrava aver accusato maggiormente il colpo, dopo che la maggior parte di utenti aveva iniziato a prediligere il gioco in modalità per smartphone e in mobilità, utilizzando le app di gioco per casinò.

Tale aspetto aveva favorito alcune attrattive ritenute classiche come ad esempio la roulette, i dadi, ma anche giochi meno praticati come il baccarat e il blackjack, gioco che durante la seconda parte del 2019 aveva addirittura superato per popolarità e massa critica, gli utenti che invece praticavano il poker online. Bisogna inoltre ricordare come video poker, slot online, bingo e tutto il resto della filiera si sono comportati molto bene durante questi ultimi anni.

Per il settore del gambling digitale il 2020 potrebbe essere un anno di svolta

Non a caso il bilancio è sempre stato positivo e costante, mentre durante il primo semestre del 2020 si sono registrati dati più positivi del solito; archiviato anche lo scorso mese di luglio, possiamo quindi stabilire che la crescita per il settore dei casinò online è una delle costanti e delle certezze di questo anomalo anno, dove bisognerà tenere conto di diverse problematiche e singolarità, ma che vede comunque delle buone performance a specifiche case da gioco online, così come per tutto l’indotto. Il mercato diviso per operatori si è concluso in effetti con
un bilancio positivo per questo primo semestre, come nel caso di 888 casinò che ha registrato buoni dati, come del resto la maggior parte delle sale da gioco durante lo scorso luglio 2020.

Da questo è facile fare una previsione su quello che potrebbe accadere per la parte finale del 2020, specialmente se si pensa che durante l’autunno abitualmente vengono registrati i migliori dati dell’anno. Questo almeno è sempre accaduto dal 2014 a oggi, visto che il gioco online e nello specifico i casinò virtuali hanno incrementato il proprio fatturato e il punto percentuale, rispetto a tutto il settore del gioco d’azzardo in Italia. I dati del resto sono evidenti e parlano chiaro: si era partiti da una percentuale comprensiva tra il 7 e il 9% per poi passare invece al 12-13% con il picco massimo raggiunto tra il 2017 e il 2018, in relazione a quello che era avvenuto per l’intera filiera del gioco in Italia. Si è passati infatti dagli 84 miliardi di euro del 2014, come spesa complessiva di tutto il settore ai 103 miliardi di euro.

Il casinò online cambia e si adegua ai tempi: tra innovazione tecnologica e dati operativi

Per le case da gioco virtuale, è importante ricordare come la somma della spesarappresenti una cifra forfettaria, dove per essere più precisi, bisogna poi considerare il livello alto di payoff, con le vincite che mediamente ammontano al 70-75% rispetto a quanto viene giocato, mensilmente e a livello annuale. Giocare online è diventato sempre più semplice, sicuro e affidabile, elemento che è stato di notevole importanza, nel corso del tempo, per convincere una nuova leva di potenziali gamblers a fidarsi delle sale da gioco per aprire un conto online, da gestire attraverso il proprio PC prima, smartphone e tablet, poi. Sono dunque cambiate le modalità di utilizzo dei device per accedere ai siti di gioco e per praticare i giochi da casinò, ma il flusso di utenti non è quasi mai scemato, anche per via del fatto che spesso le somme richieste sono basse, prevedono bonus di benvenuto e altre specifiche iniziative, volte a intercettare potenziale pubblico e utenza legata a questo tipo di circuito. Discorso a parte naturalmente per il poker online e per gli appassionati di Texas Hold’Em, che tuttavia sono diminuiti rispetto agli anni passati e all’hype di quella che viene chiamata non a caso pokermania.

Considerazioni finali

Oggi i giochi da casinò hanno uno spettro di utenza abbastanza differente ed eterogenea, che va dai veri appassionati di casinò, ai curiosi, a chi cerca una forma alternativa di svago attraverso il gioco online, ma senza un grande impegno e uno spreco di risorse. Proprio per questo motivo giochi come la roulette, le slot machine online e il blackjack, hanno ottenuto migliori riscontri rispetto al poker, che è un classico immortale, ma legato forse maggiormente a un’idea di gioco del web 1.0 e che dopo una prima fase esaltante, vive oggi un processo di normalizzazione, che però registrato buoni risultati operativi e una netta ripresa, almeno per questo avvio del 2020.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia