Mangiar bene
orgoglio orobico in cucina

Sul Garda c'è l’ottavo ristorante migliore al mondo. Si chiama Lido 84 ed è dei bergamaschi Camanini

Riccardo e Giancarlo sono di Sovere ma hanno scelto Gardone per il loro locale, ottavo nella prestigiosa "The world’s best restaurant 2022"

Sul Garda c'è l’ottavo ristorante migliore al mondo. Si chiama Lido 84 ed è dei bergamaschi Camanini
Mangiar bene 20 Luglio 2022 ore 15:36

Dal locale si può guardare il lago di Garda con le sue sfumature tra il lapislazzulo e lo smeraldo, eppure il senso che ne esce più appagato non è quello della vista, ma quello del gusto. Il ristorante Lido 84 dei fratelli bergamaschi (di Sovere) Riccardo e Giancarlo Camanini si è appena aggiudicato l’ottavo posto tra i ristoranti migliori al mondo. In Italia è il primo.

Il premio "The world’s best restaurant 2022", sponsorizzato tra gli altri da Sanpellegrino e Acqua Panna, a Londra ha visto assegnare al Geranium di Copenaghen il titolo più ambito, ma poche posizioni dopo c’è anche il ristorante di Gardone di Riviera, sulla sponda bresciana del lago di Garda, dello chef Riccardo e del manager Giancarlo Camanini.

La coppia di fratelli ha aperto l’attività nel 2014, iniziando subito un cammino di crescita esponenziale. Sei mesi dopo l’inaugurazione è infatti arrivata la prima stella Michelin, nel 2019 il ristorante ha vito il premio dedicato ai «ristoranti da tenere d’occhio» e già lo scorso anno, al "The world’s best restaurant 2022", è salito al quindicesimo posto dal 78esimo dell’anno precedente. Infine, quest’estate, è arrivata la consacrazione definitiva con l’ingresso nella top ten.

Il risultato raggiunto è certamente frutto delle competenze e delle capacità dello chef Riccardo Camanini, che, dopo essersi diplomato all’istituto alberghiero di Darfo, ha avuto diversi maestri, tra cui Gualtiero Marchesi. Ma è anche merito delle capacità manageriali e di gestione del personale affidate a Giancarlo. Attualmente, a lavorare nel locale c'è uno staff ampio, composto da ventisei elementi. Il numero è molto alto se si considera la difficoltà nel trovare e portare a termine nuove assunzioni.

I posti per i clienti arrivano a trentadue, massimo trentacinque, e questo complica le prenotazioni di aspiranti avventori dai palati fini, molti costretti ad aspettare alungo. Attualmente, fino al 30 settembre chiunque alzi la cornetta per prenotare si troverà deluso davanti a un “tutto esaurito”, ma l’importante è non demordere. Le nuove prenotazioni apriranno a breve, ovvero l'1 agosto, e copriranno i mesi di ottobre e novembre.

Intanto, le visite ai profili social e al sito del ristorante si sono moltiplicate dopo l’importante riconoscimento, uscendo dai confini italiani e attirando potenziali clienti da tutto il mondo, complice il fatto che il locale si trova su una delle sponde più amate dal turismo internazionale. In tutto questo, i due fratelli preferiscono non montarsi la testa e sottolineano che la loro scelta vincente è stata quella di mantenersi, fondamentalmente, un ristorante a conduzione familiare.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter