Menu
Cerca
La sfida (positiva)

Bergamo ottava nei “Luoghi del Cuore” Fai, Brescia è terza. Votiamo per recuperare!

Le votazioni si chiuderanno martedì prossimo (15 dicembre). Il castello dei nostri cugini ha raccolto circa il doppio delle preferenze rispetto alla nostra città. La rimonta sembra un'impresa impossibile, ma la speranza è l'ultima a morire

Bergamo ottava nei “Luoghi del Cuore” Fai, Brescia è terza. Votiamo per recuperare!
Pensare positivo Bergamo, 08 Dicembre 2020 ore 17:30

Raccogliere i voti necessari a rientrare quantomeno sul gradino più basso del podio dei “Luoghi del Cuore” Fai (Fondo Ambiente Italiano) per Bergamo pare essere un’impresa impossibile. Ciononostante, la generosità e il grande cuore dei bergamaschi hanno dimostrato anche nel recente passato che non è mai detta l’ultima parola. A oggi, martedì 8 dicembre, la città di Bergamo ha raccolto 14.880 preferenze ed è ottava nella classifica generale italiana del 2020. Al terzo posto troviamo il castello di Brescia, in virtù delle 28.944 votazioni ottenute.

Il censimento si chiuderà martedì prossimo (15 dicembre) quindi c’è ancora la speranza di colmare il gap che ci separa dai nostri “cugini” bresciani (QUI il link per votare). Saldamente alla testa della classifica generale (ma ancora provvisoria) c’è la “ferrovia delle meraviglie” Cuneo-Ventimiglia-Nizza con 40.549 voti totali, mentre al secondo posto ci sono il castello e parco di Sammezzano, a Reggello (provincia di Firenze) con 39.721 voti.

Oltre alla città di Bergamo, gli altri luoghi della nostra provincia compresi nella top 100 della classifica generale sono il santuario della Madonna di Prada a Mapello, al 66esimo posto con 3.814 voti; Sparavera, l’antico borgo di Mezzoldo, alla 74esima posizione con 3.528 voti; e, infine, la Diga del Gleno a Vilminore di Scalve, fresca di annuncio di un museo dedicato alla tragedia che la colpì, che ha raccolto 2.746 preferenze.

Perché è importante sostenere la candidatura di Bergamo:

  • Dopo l’annuncio dei risultati finali (la classifica definitiva sarà resa nota entro la metà di marzo), a fronte della presentazione di un progetto concreto, verranno assegnati rispettivamente 50 mila, 40 mila e 30 mila euro ai primi tre luoghi classificati e 20 mila euro al bene che si piazzerà al primo posto delle classifiche speciali “Italia sopra i 600 metri” e “Luoghi storici della salute”. Inoltre, al luogo più votato via web sarà destinato un video, storytelling o promozionale, curato dal Fai.
  • Tutti i proprietari – pubblici o non profit – e i portatori di interesse dei luoghi che al termine del censimento avranno ricevuto almeno 2 mila voti potranno accedere al consueto “bando per la selezione degli interventi” e presentare alla Fondazione una richiesta di restauro, valorizzazione o istruttoria di cui verrà poi valutata l’idoneità a ricevere i fondi resi disponibili da Intesa Sanpaolo nell’ambito del progetto. Il numero di voti è uno degli otto parametri di valutazione e maggiore è la loro quantità più alto è il punteggio in palio.