Menu
Cerca
L’iniziativa

La sesta panchina gigante nella Bergamasca: a Santa Croce di San Pellegrino

Panorama mozzafiato sulla bassa Valle Brembana e la vicina Val Serina: ci si arriva con 45 minuti di cammino. Installazione fatta dai giovani dell’associazione della frazione

La sesta panchina gigante nella Bergamasca: a Santa Croce di San Pellegrino
Pensare positivo Val Brembana e Imagna, 02 Aprile 2021 ore 13:35

Foto d’apertura di Paolo Colleoni

È la sesta in provincia di Bergamo, ed è bellissima. La panchina gigante (Big Bench) installata dai giovani dell’Associazione Santa Croce, nell’omonima frazione di San Pellegrino Terme, ha una vista mozzafiato sulla bassa Valle Brembana e la vicina Val Serina. «Complimenti a tutti per l’impegno generoso che ha portato alla realizzazione di questa nuova importante iniziativa. Continuiamo insieme a costruire una cittadina più bella e più interessante ed attrattiva, per noi e per i turisti», commenta il Comune di San Pellegrino.

La “panchinona” è la 128esima in tutta Italia e la prima in Valle Brembana: siamo sul monte Corno. L’iniziativa rientra nell’ambito di un ampio progetto realizzato senza l’utilizzo di fondi comunali, ma facendo perno sul lavoro volontario del dinamico gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni. Il primo maggio è la data fissata per l’inaugurazione ufficiale.

5 foto Sfoglia la gallery

Per raggiungerla si consiglia di posteggiare al parcheggio comunale di Santa Croce per poi salire lungo il sentiero. Si tratta di 45-50 minuti di strada, adatta a tutti. In alternativa c’è la strada carrozzabile, senza parcheggio, perciò la macchina deve essere lasciata lungo la strada, in località Salvarizza. Da lì, l’ascesa è di 25 minuti, quindi molto più breve.

La catena di “Big Bench” è un’iniziativa no profit del designer americano Chris Bangle, lanciata con la moglie Catherine «per sostenere le comunità locali, il turismo e le eccellenze artigiane dei paesi in cui si trovano queste installazioni fuori scala». Una panchina colorata, alta quasi 2 metri e lunga più di 3, può diventare una vera attrazione turistica senza grandi investimenti e senza troppo impattare sul paesaggio. E l’idea spopola. Le altre 5 in provincia di Bergamo sono a Parre, Grone, Schilpario, Rogno e Riva di Solto-Fonteno.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli