Pensare positivo
Bella notizia

Ora è ufficiale: per la prima volta in 40 anni, il Parco dei Colli di Bergamo s'allarga

Adesso saranno ben 343 ettari di superficie totale, estesa nei Comuni di Bergamo, Valbrembo, Ranica e Berbenno (con il monumento naturale Valle del Brunone)

Ora è ufficiale: per la prima volta in 40 anni, il Parco dei Colli di Bergamo s'allarga
Pensare positivo Bergamo, 12 Luglio 2022 ore 16:01

A oltre tre anni dall'invio della prima istanza, il Consiglio regionale ha ufficialmente approvato l'ampliamento del Parco dei Colli di Bergamo. Ben 343 ettari di superficie totale, estesa nei Comuni di Bergamo (258 ettari del Plis Agricolo Ecologico della Madonna dei Campi), Valbrembo (31,6 ettari), Ranica (7 ettari di una porzione del Plis Naturalserio) e Berbenno con il monumento naturale Valle del Brunone (47 ettari). «Si tratta di un'occasione storica – ha commentato il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori –, primo importante mattone per la costruzione di una cintura verde che abbraccia la città a sud, un polmone verde che renderebbe Bergamo diversa e migliore di altre città».

Questo sarà il primo, vero ampliamento del parco dalla sua nascita, più di quarant'anni fa, a cui si accompagnerà l'imminente acquisizione da parte del Comune degli oltre duecentomila metri quadrati del Parco Ovest che diventeranno nei prossimi anni patrimonio pubblico. «Quest'area – ha aggiunto il primo cittadino – ora guadagna una tutela di fondamentale importanza e che rientra, a pieno diritto, nella strategia della nostra Amministrazione verso il 2030, anno in cui Bergamo punta a divenire città carbon neutral».

L'iter è durato oltre tre anni. Nel dicembre 2018, infatti, è stata inviata la prima istanza di ampliamento del Parco dei Colli a Regione Lombardia. Ma il percorso ha avuto inizio ben prima. «Oggi si porta a compimento un processo iniziato nel 2009 con la costituzione del Parco Agricolo Ecologico della Madonna dei Campi – ha aggiunto Leyla Ciagà, deputata del Partito Democratico –. Un secondo passaggio decisivo è avvenuto nel 2017 con l'ampliamento del Plis (da 208 a 258 ettari), la cancellazione delle previsioni edificatorie pregresse e la destinazione d'uso a verde agricolo».

Nella primavera del 2018, grazie a un finanziamento di Fondazione Cariplo, è stata inoltre realizzata un'area umida subito abitata da uccelli migratori, mentre è in corso d'opera la riqualificazione del percorso ciclopedonale in calcestre che collega tra loro i quartieri di Grumello e Colognola dando vita a una sorta di parco lineare.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter