Persone
la storia

Il giovane volontario Michele Anghileri a bordo della nave Open Arms per salvare i migranti

Originario di Covo, Michele ha alle spalle l'esperienza di un anno trascorso in Malawi dove ha costruito un centro nutrizionale per i bambini del posto

Il giovane volontario Michele Anghileri a bordo della nave Open Arms per salvare i migranti
Persone 01 Maggio 2021 ore 09:54

Ventiquattro anni, di Covo, alle spalle ha già un’esperienza di diversi mesi trascorsi in Malawi per costruire di un centro nutrizionale per i bambini del posto. Adesso, come riportano i colleghi di PrimaTreviglio, Michele Anghileri è pronto a partire come volontario per partecipare a una missione della nave della Ong spagnola Open Arms.

Per i prossimi mesi il ventiquattrenne farà parte dell’equipaggio che tenterà di prestare il proprio soccorso ai migranti, che dall’Africa affidano il proprio carico di speranze alla ricerca di un futuro migliore alle acque del Mediterraneo.

«Aiutare gli altri è un desiderio che ho sempre avuto – ha raccontato il giovane volontario -. Ho cominciato a realizzarlo all’età di 18 anni, effettuando viaggi di un mese in Africa. Nel 2018, poi, si è presentata l’occasione di un soggiorno più lungo. Ho trascorso oltre un anno in Malawi, durante il quale ho collaborato alla costruzione di un centro nutrizionale e di un piccolo asilo nella cittadina di Monkey Bay».

La nave Open Arms è diventata nota ai più per i fatti di cronaca che si intrecciano alle vicende giudiziarie dell’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il leader della Lega, il 17 aprile scorso, è stato infatti rinviato a giudizio nell'ambito dell'inchiesta sui naufraghi salvati dall'Ong spagnola nell'estate del 2019. Davanti la seconda sezione del tribunale di Palermo dovrà rispondere di sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio per aver bloccato in mare 147 migranti per sei giorni.