Politica
Negli azzurri

Forza Italia Bergamo, adesso Sorte tende la mano alla Gallone (è quasi tempo di liste...)

Archiviato il convegno coi vertici nazionali, il deputato di Brignano organizza una mega convention il 16 maggio a Treviglio

Forza Italia Bergamo, adesso Sorte tende la mano alla Gallone (è quasi tempo di liste...)
Politica Bergamo, 07 Maggio 2022 ore 09:07

di Wainer Preda

Acque ancora agitate dentro Forza Italia Bergamo. Archiviato il convegno organizzato da Alessandra Gallone che, in collaborazione con Gregorio Fontana, ha chiamato in Fiera buona parte dei vertici nazionali del partito, ora tocca all’altro lato degli azzurri. Quello di Alessandro Sorte. Il deputato di Brignano Gera d’Adda, la cui rentrée in Forza Italia ha provocato più di un mal di pancia fra i reggenti bergamaschi, ha organizzato una mega convention per il 16 maggio alla Fiera di Treviglio. I preparativi sono in corso. Bocche cucite e top secret il messaggio che partirà da laggiù. Ma visto il tenore e l’entità della manifestazione, c’è da scommettere che qualcosa di grosso stia bollendo in pentola.

Intanto, è durato un alito di vento ma ha creato diversi malumori fra gli azzurri il dibattito sulla candidatura a sindaco di Bergamo di Giorgio Jannone, paventata a mezzo stampa a margine del convegno di sabato scorso. Le reazioni sono state differenti. Da una parte c’è chi la considera una possibilità. Dall’altra chi non crede affatto che l’ex parlamentare possa scendere davvero in campo. Qualcuno la giudica una cortina fumogena, atta a coprire i reali obbiettivi di altri candidati. Altri ancora l’hanno liquidata come una boutade.

7 foto Sfoglia la gallery

Certo l’ex parlamentare è molto conosciuto. E ha tutti i mezzi economici per tentare una simile impresa. Solo che la sua corsa, sostengono gli osservatori più attenti, sarebbe un controsenso politico. Jannone ha fatto della vicenda Ubi la battaglia della vita, inimicandosi parecchi mondi che contano in città, e accreditandosi come personaggio libero e antisistema. Forza Italia, al contrario, in quel sistema ambisce a starci. Anzi, vorrebbe essere parte integrante della sua governance. Sarebbe davvero un inatteso segnale di cambiamento di linea vedere l’imprenditore alla guida di Bergamo.

Certo è che la candidatura di Jannone è stata sbandierata in faccia a Gianfranco Ceci che da tempo immemore sta lavorando alla sua candidatura a sindaco. L’avvocato, solo due giorni prima, in uno slancio pacificatore a dire il vero un tantinello forzato, si era fatto fotografare plasticamente al fianco di Alessandra Gallone. Di certo, il trattamento che gli è stato riservato al convegno non è passato inosservato. Anzi, avrebbe fatto arrabbiare più di un azzurro in città. Il che potrebbe spingere ulteriori esponenti nell’orbita di Sorte.

Se ne capirà di più alla convention del 16 maggio. Una manifestazione di corrente, beninteso, pur sotto il cappello forzista. Con numeri che, stando alle previsioni, saranno diversi da quelli di sabato scorso. Gli organizzatori parlano di oltre un migliaio di persone. I primi 720 posti sono andati esauriti nel giro di 25 giorni, dicono. Alla serata hanno aderito circa 300 amministratori locali, tra sindaci, assessori e consiglieri comunali della provincia di Bergamo, ma in attesa ci sarebbero altre 200 persone. (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 12 maggio, o in edizione digitale QUI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter