Domina Elena Ferrante

2015, i libri più venduti su Amazon

2015, i libri più venduti su Amazon
31 Dicembre 2015 ore 08:00

Se nel 2014 c’erano stati i primi segnali, nel 2015 è arrivata la conferma: anche gli italiani hanno iniziato ad apprezzare, e non poco, gli acquisti online. Escluso il cibo, non c’è stato settore commerciale che non abbia visto un più davanti al numero di acquisti effettuati in rete in Italia. E tra questi, il mercato letterario è certamente stato quello che si è confermato di più: grazie al boom di piattaforme quali Amazon, sempre più italiani hanno deciso di affidarsi al web per l’acquisto di libri, senza tener conto che anche gli ebook sono andati bene, seppure l’Italia sia ancora molto indietro rispetto agli Usa in questo campo.

Ma quali sono state le letture preferite dai nostri connazionali nel 2015? Quali sono stati i libri “campioni di incassi” secondo l’e-commerce? A dircelo è Amazon, che ha stilato in questi giorni la classifica dei libri più venduti in Italia sul suo portale negli ultimi 12 mesi. Suddivisi in categorie, sono tanti i titoli che sono stati capaci di imporsi, sfruttando un’occasione che, senza il web, molti probabilmente non avrebbero avuto. Scopriamo insieme, allora, quali sono i primi 5 campioni d’incassi in generale e poi i primi 5 romanzi più venduti su Amazon nel nostro Paese. Siamo certi che potrete trovare anche buoni spunti di lettura per l’anno che verrà.

 

CLASSIFICA GENERALE

 

5) Grey – Cinquanta sfumature di grigio raccontate da Christian, E. L. James

unknown1

Dopo il botto dello scorso anno, era difficile immaginare che questa sorta di rivisitazione del romanzo, firmata dalla stessa autrice, non ottenesse un buon riscontro di vendite. E infatti è andata proprio così. Francamente, se già faticavamo a consigliarvi Cinquanta sfumature (di quale colore scegliete pure voi, è indifferente), qui ci diventa proprio impossibile: una bella mossa commerciale, riuscitissima, ma nulla più.

 

4) Succhi freschi di frutta e verdura, Norman Walker

succhi-freschi-di-frutta-e-verdura-libro_51154-2

Sorpresa! Anzi, come vedrete con le prossime posizioni, neppure tanto. Ma così, di primo acchito, un po’ sì. Nessun romanzo o libro impegnato, bensì una mini guida di 192 pagine su come fare il pieno di vitamine e minerali con gusto. Pubblicato nel 2012, questo libro ha raggiunto il successo solo nel 2015, quando il salutismo è tornato di moda alla grande. Forse non la lettura migliore prima di andare a letto, ma ha un suo perché.

 

3) Sette brevi lezioni di fisica, Carlo Rovelli

c747cc8b56680e90230c05ca62595ee1_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy

Il vero fenomeno inatteso dell’anno. Non è un romanzo, ma non è neppure un saggio come l’abbiamo sempre inteso. È una sorta di guida a un mondo tanto complicato quanto affascinante qual è quello della fisica. Uno scritto semplice e appassionante, dedicato alle più complesse teorie della fisica contemporanea, capace a tratti di superare le vendite dei romanzi più popolari italiani e stranieri. A questo libro hanno dedicato pagine e pagine anche i principali quotidiani internazionali, stupiti dal suo successo inaspettato. A dirla tutta, qui a BergamoPost siamo rimasti un po’ delusi dalla lettura dell’opera, che non mantiene pienamente la promessa del titolo. Però c’è un lato positivo: il successo di questo libro ha dimostrato che in Italia e nel mondo c’è ancora fame di conoscenza.

 

2) Il magico potere del riordino, Marie Kondo

il-magico-potere-del-riordino

Se Sette brevi lezioni di fisica ha stupito, qua siamo nel mondo dell’impensabile. Il sottotitolo dell’opera è «il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita» e anche noi, dopo averlo letto, non possiamo fare a meno di affermare che sì, è vero, un po’ la vita te la cambia questo libro. Perché in realtà l’autrice (una tipa che averla in casa dev’essere un incubo se si è appena appena disordinati) non dà consigli, ordina. E tu, leggendo, ti senti obbligato a darle ascolto. Inizierai quindi a riordinare per categorie e non per stanze, a dare ascolto al tuo tatto e a prestare attenzione all’anima delle cose. Pare roba da fissati (e forse un po’ lo è), ma l’effetto che fa leggere questo libro è difficile da descrivere. Bisogna provare. E riordinare, s’intende.

 

1) La dieta del Dottor Mozzi, Pietro Mozzi, Martino Mozzi e Leila Ziglio

dieta

Moda del salutismo, dicevamo. Eccoci qua: il libro più venduto in assoluto su Amazon nel 2015 è un libro sull’alimentazione, chiaramente teso ad aiutare i lettori a dimagrire. Pubblicato anch’esso nel 2012, il boom c’è stato solo quest’anno. L’intento del testo è dare la possibilità a tutti, anche a coloro che non hanno cognizioni mediche, di tenere sotto controllo il proprio stato di salute. È un manuale pratico che ci dà la possibilità di capire ciò che accade nel nostro organismo. Queste note vengono stese dopo 30 anni di pratica medica e 20 anni di osservazione e studio dell’organismo umano e delle sue reazioni all’introduzione di determinati alimenti. La semplicità del metodo lo distingue e lo rende accessibile a tutti. O almeno così dicono. Basandosi sul gruppo sanguigno di chi la fa, questa dieta è stata spesso ribattezzata “quella del gruppo sanguigno” e definita da molti «una bufala». Wired, già due anni fa, ci spiegava come non ci fosse alcuna evidenza scientifica che desse ragione al metodo esposto dal Dottor Mozzi, il quale tra l’altro è un tipo assai strano (Pietro intendiamo): vive in mezzo ai monti della Val Trebbia, a Mogliazze (Piacenza), in uno spartano ecovillaggio senza acqua calda, tv e detersivi. A voi la scelta se fidarvi o meno.

 

CLASSIFICA DEI ROMANZI

 

5) Storia del nuovo cognome, Elena Ferrante

cover_9788866321811_1550_600

Autrice già apprezzata e affermata all’estero (anzi, soprattutto all’estero), il 2015 è stato l’anno della consacrazione italiana di Elena Ferrante, la misteriosa autrice di cui non si conosce l’identità, ma definita da grandi quotidiani stranieri, quale il New York Times, una delle penne migliori degli ultimi 50 anni. Forse al suo successo ha contribuito l’aura di mistero che avvolge la sua figura (si sa solo che, probabilmente, è nata a Napoli. Per il resto Elena Ferrante è uno pseudonimo ed evita sue foto o dichiarazioni pubbliche), o forse semplicemente la bellezza dei suoi romanzi. Su tutti il ciclo di romanzi L’amica geniale, di cui Storia del nuovo cognome rappresenta il secondo volume, pubblicato in realtà nel 2012. La “saga” narra l’amicizia tra Elena (Lenù) e Raffaella (Lila) lungo gran parte della loro vita. In questo romanzo, la Ferrante racconta i movimentati anni (soprattutto dal punto di vista emotivo) dell’adolescenza delle due ragazze napoletane, mettendo in luce tutta la rosa di sentimenti da cui nessuna grande amicizia si può sottrarre, soprattutto in quei meravigliosi e intensi anni adolescenziali.

 

4) Storia della bambina perduta, Elena Ferrante

bimbaperduta-1

Ancora Elena Ferrante, ancora il suo ciclo de L’amica geniale, questa volta però con l’ultimo romanzo della serie, il quarto. È il più recente ed è anche quello che ha letteralmente stregato l’America, tanto che il New York Times l’ha inserito tra i migliori libri usciti nel 2015, consigliando caldamente la lettura anche dei precedenti. Le due protagoniste, Lenù e Lila, sono oramai grandi, donne mature, ma ancora mosse e, in parte, ingabbiate nei sentimenti che le ha sempre legate. Un viaggio sentimentale in cui si sciolgono tutti i nodi, senza mai perdere il suo enorme peso emozionale.

 

3) È tutta vita, Fabio Volo

È-tutta-vita-350

Saggiamente tenuto in caldo per il periodo natalizio, c’è voluto poco perché l’ultima fatica di Fabio Volo, oramai Re Mida della letteratura nostrana, prendesse il volo. Uscito il 25 novembre, in un mese ha scalato tutte le classifiche. Ciò nonostante sia il romanzo, per certi versi, meno banale e più maturo di Volo, in cui per la prima volta l’autore lascia da parte il suo animo da eterno Peter Pan e si confronta con temi più comuni agli innamorati di tutti i giorni, ovvero la continua battaglia contro il logorio di un rapporto diventato routine. Niente storie “usa e getta”, ma un rapporto duraturo, dove i protagonisti combattono ogni giorno per renderlo «per sempre».

 

2) Storia di una ladra di libri, Markus Zusak e T. White

zusakStoria di una ladra 2013

È il 1939 nella Germania nazista. La Morte, quella con la “M” maiuscola, non ha mai avuto tanto da fare, ed è solo l’inizio. Il giorno del funerale del suo fratellino, Liesel Meminger raccoglie un oggetto seminascosto nella neve, qualcosa di sconosciuto e confortante al tempo stesso: un libriccino abbandonato o dimenticato. Liesel non ci pensa due volte, le pare un segno, la prova tangibile di un ricordo per il futuro: lo ruba e lo porta con sé. Così comincia la storia di una piccola ladra, la storia d’amore di Liesel con i libri e con le parole, che per lei diventano un talismano contro l’orrore che la circonda. Pubblicato nel 2014, il boom è arrivato nel 2015, quando nelle sale è uscita la versione cinematografica dell’opera, che purtroppo non regge il confronto con lo scritto (come spesso accade).

 

1) L’amica geniale, Elena Ferrante

amica_geniale

Dopo aver dominato quasi interamente questa top 5, non poteva che essere lei, Elena Ferrante, la scrittrice misteriosa, a dominare la classifica dei romanzi più venduti su Amazon nel 2015. E non stupisce neppure che l’opera più venduta sia L’amica geniale, ovvero il romanzo con cui si apre il ciclo di 4 romanzi sulla storia intensa e meravigliosa dell’amicizia di Lenù e Lila. Qui è dove tutto ebbe inizio: l’incontro, l’infanzia, la prima adolescenza. Il tutto nel desolante quadro di una periferia napoletana tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. Come si legge nella quarta di copertina: «Napoli, l’Italia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame. E tutto ciò precipita nella pagina con l’andamento delle grandi narrazioni popolari, dense e insieme veloci, profonde e lievi, rovesciando di continuo situazioni, svelando fondi segreti dei personaggi, sommando evento a evento senza tregua, ma con la profondità e la potenza di voce a cui l’autrice ci ha abituati. Si tratta di quel genere di libro che non finisce». O forse è meglio dire quel genere di libro che non vorresti finisse mai. Perché qui sta il segreto del successo della Ferrante: non smetteremmo mai di leggerla.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia