Atalanta
Parola del mister

Gasperini, l'Atalanta e la "maglia rosa" del campionato: «Non è da tutti indossarla»

Torna a parlare in conferenza stampa il tecnico della Dea alla vigilia della sfida con i grigiorossi. Problemi fisici per Demiral

Gasperini, l'Atalanta e la "maglia rosa" del campionato: «Non è da tutti indossarla»
Atalanta Bergamo, 10 Settembre 2022 ore 14:58

di Fabio Gennari

«Il primato? Mi sembra come quando al Giro d'Italia conquisti la maglia rosa, magari non pensi sia possibile vincere la corsa ma intanto hai la maglia. Ci provano in 100 o 150 corridori, poi la conquistano solo in 4-5. C'è grande soddisfazione, cerchiamo di tenerla per qualche tappa».

Usa una bella similitudine con il ciclismo mister Gasperini per spiegare cosa si prova a stare davanti a tutti in classifica. Non c'è la pressione di chi deve vincere per forza, ma la consapevolezza che la Dea è lì con merito e che punta a restarci ancora per un po'. Riuscirci, ovviamente, è tutto un altro discorso e il primo ostacolo si chiama Cremonese.

«La Cremonese è squadra organizzata e aggressiva, ha avuto fino a questo momento un calendario molto difficile, soprattutto in trasferta, e qualche gara è stata sfortunata. A Firenze hanno preso gol alla fine, a Roma hanno fatto un'ottima gara e anche a Milano con l'Inter lo stesso. Mi aspetto una partita difficile, dovremmo adeguarci a giocare con le nostre armi e avere una buona condizione. Tutte le partite sono difficili, dobbiamo avere anche l'entusiasmo giusto, ci sarà tanto pubblico e questo sarà una forza. Il risultato però, come sempre, va conquistato sul campo».

In campo non ci saranno Zapata e Djimsiti, recuperato Muriel ma in dubbio si scopre che c'è Demiral. «Zapata - ha detto il Gasp - tornerà dopo la sosta. Su Djimsiti il medico mi ha detto che la frattura si sta rimarginando bene, sta recuperando in linea su quelle che sono le previsioni e ha già tolto tutore e stampelle. Per Zappacosta andiamo avanti a vista, ma sicuramente sarà al top anche lui un po' più avanti. Muriel ha recuperato, non al 100% ma si è allenato tutta la settimana. Abbiamo qualche problema su Demiral, che ha un fastidio al ginocchio: per domani sicuramente è in dubbio». Se il turco dovesse saltare la gara, dentro con ogni probabilità ci sarà Okoli.

In avanti, invece, ci dovrebbe essere ancora il danesino Hojlund, che in questi primi giorni di allenamento si sta facendo conoscere: «È un ragazzo di 19 anni, ha dei margini e delle possibilità di crescere. Sicuramente dobbiamo lavorare sui tempi di smarcamento e sui movimenti, ma è legato alla conoscenza coi compagni. È un ragazzo interessante», ha sottolineato il Gasp, che ha messo anche tutti in guardia sulle insidie della sfida ai grigiorossi di Alvini. «L'errore più grosso sarebbe pensare che in qualche modo i tre punti possano arrivare. Bisogna avere qualità in attacco, in casa dobbiamo essere prolifici e non fare passi falsi: questi sono gli aspetti da controllare».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter