Atalanta
La situazione del Cuti

Il Tottenham piomba su Romero, offerta (si dice) da oltre 50 milioni: tifosi spiazzati

I discorsi con il club inglese sono aperti, sul piatto un'offerta vicina ai 60 milioni richiesta dalla Dea e un ricco contratto per il difensore

Il Tottenham piomba su Romero, offerta (si dice) da oltre 50 milioni: tifosi spiazzati
Atalanta 23 Luglio 2021 ore 09:45

di Fabio Gennari

Tante voci, tante suggestioni più o meno confermate. Poi c'è un momento in cui le trattative di mercato diventano improvvisamente concrete. Dopo settimane di indiscrezioni mai confermate che parlavano di interessamenti da parte del Manchester United per il il difensore dell'Atalanta Cristian Romero e una soglia di 60 milioni considerata un po' da tutti gli addetti ai lavori quella limite sotto la quale era impossibile pensare a una partenza del "Cuti", nelle ultime ore le carte sono state sparigliate dall'entrata in scena del Tottenham e del ds Fabio Paratici.

Dopo la conclusione dell'affare Gollini (il portiere è a Londra da ieri e manca solo la firma per l'annuncio ufficiale che arriverà a breve), gli Spurs fanno sul serio anche per Cristian Romero e dal Sudamerica rimbalza la voce che avrebbero messo sul piatto oltre 50 milioni di euro (bonus compresi) per strapparlo all'Atalanta. La situazione è da monitorare, perché con queste cifre in ballo nulla si può escludere. Il fatto che il Tottenham abbia già un accordo con il giocatore per il contratto è secondario (in Inghilterra gli stipendi sono nettamente più alti), mentre è decisivo capire quanto Paratici possa arrivare vicino alla richiesta nerazzurra.

Romero è stato eletto il miglior difensore della Serie A 2020/21, ha vinto da protagonista la Copa America ed è normale che piaccia a molti. Si dice che anche il Barcellona ci abbia fatto un pensiero, ma il Tottenham è più avanti e l'Atalanta vacilla. La questione è sia tecnica che economica: con offerte di quel livello è normale che i Percassi valutino a fondo la situazione, ma è altrettanto vero che una partenza del centrale argentino renderebbe necessario l'arrivo di almeno due nuovi giocatori. Da qualche ora circola il nome di Demiral della Juventus, Tomiyasu del Bologna è sempre un'opzione valida, ma è davvero tutto da decifrare.

Ciò che invece non è difficile da rilevare è lo stato d'animo dei tifosi. In tanti, alla notizia della possibile cessione di Romero, hanno espresso grandi perplessità sui social. Il classe 1998 argentino è considerato un pilastro della squadra e c'è la convinzione diffusa che lasciarlo partire sia un errore e vada a creare un grande problema. L'amministratore delegato Luca Percassi, martedì scorso alla presentazione delle maglie, aveva detto che «l'Atalanta non vende per indebolirsi, ma per rinforzarsi»: con una cessione di questo livello servono poi innesti davvero importanti per migliorare. La fiducia non manca, ma il momento è delicato.