Atalanta
Champions

Manchester, chiusa la vendita libera: 377 biglietti acquistati dai tifosi dell'Atalanta

Chiusa la vendita riservata al settore ospiti di Old Trafford. Contando anche i viaggi organizzati, si spera di arrivare a circa 700 tifosi

Manchester, chiusa la vendita libera: 377 biglietti acquistati dai tifosi dell'Atalanta
Atalanta 11 Ottobre 2021 ore 09:30

di Fabio Gennari

Si è chiusa ieri sera (10 ottobre) alle 19 la vendita libera dei biglietti per la trasferta di Manchester in programma mercoledì 20 ottobre contro lo United. Dei duemila tagliandi a disposizione, l'Atalanta ha comunicato che ne sono stati venduti 377 e considerando la situazione generale in cui si gioca questa partita è giusto sottolineare come non si tratti assolutamente di un dato di poco conto: quasi 400 tifosi in viaggio per Old Trafford, in completa autonomia, sono decisamente un ottimo numero. Soprattutto di questi tempi.

Il dato va spiegato. I 377 tifosi di cui si parla hanno acquistato il biglietto del settore ospiti e si muoveranno con i voli di linea. C'è chi parte per Londra la mattina del match, chi lo farà per Manchester da Bologna e chi invece ha scelto di arrivare in Inghilterra con qualche giorno di anticipo con tutta la trafila di controlli e tamponi già messa in conto. In un momento come questo, con la necessità del passaporto, del Green Pass e del famoso tampone "Day-2" non era scontato vedere una risposta simile.

A questi tifosi vanno aggiunti i circa duecento sostenitori che saranno a bordo del primo charter già organizzato e confermato da ATA - Associazione Tifosi Atalantini, mentre nelle prossime ore ci sarà una decisione su quello che stanno organizzando "Chei de la Coriera" con la piccola collaborazione di Club Amici e Semper in Trasferta: le adesioni arrivate non sono ancora sufficienti per chiudere il secondo charter, si valutano opzioni con capienze diverse e presto arriverà una decisione anche per permettere, eventualmente, ai tifosi interessati di muoversi con voli alternativi.

Ogni confronto con il passato è assolutamente improponibile. L'Inghilterra, oggi, è una destinazione complicata da raggiungere, bisogna sapersi muovere tra i tanti adempimenti burocratici necessari e i voli di linea utilizzabili sono pochi. In tempi di pandemia, ci sono anche risvolti economici da tenere in considerazione, magari non tutti sono disposti a girare l'Europa in una situazione come questa, dove si giocherà di fronte a oltre settantamila persone in uno stadio aperto al cento per cento.