Menu
Cerca
La curiosità

Nostalgia da stadio e da Atalanta? Ecco il video-karaoke con tutti i cori della Curva Nord

Il canale internazionale Fanchant pubblica un'articolata clip con gli inni più gettonati fra il pubblico atalantino. Testi in sovraimpressione per esercitarsi al meglio, nell'attesa di tornare sugli spalti

Atalanta Bergamo, 20 Febbraio 2021 ore 09:22

di Giambattista Gherardi

Sono, purtroppo, settimane dense di anniversari e, giocoforza, di nostalgia. Un anno fa di questi tempi la Bergamasca e il resto del mondo entravano all’improvviso nel tunnel della pandemia e delle relative restrizioni. Un anno che i tifosi atalantini, pur fra grandi soddisfazioni, hanno necessariamente vissuto lontano dallo stadio e dai propri beniamini.

L’ultima partita giocata con il pubblico al Gewiss Stadium fu quella del 15 febbraio 2020, la bella vittoria dell’undici di Gasperini contro la Roma, battuta 2-1 con i gol di Palomino e Pasalic. Poi, il 19 febbraio, arrivò la notte magica a San Siro con il 4-1 contro il Valencia negli ottavi di Champions League che aprì le porte verso i quarti. Come detto, non sono certo mancati i risultati (e che risultati!), ma il clima da stadio quello sì e parecchio. Nessuna pay tv e nessun mini ritrovo a distanza potrai mai surrogare l’emozione dal vivo di “andare all’Atalanta”.

Sui social e attraverso i gruppi WhatsApp circolano video bellissimi che accrescono la nostalgia, ma ci sono anche “chicche” particolari che confermano a quale livello sia salita la nostra amata Dea. In questi giorni, sul seguitissimo canale YouTube Fanchant (quasi centomila followers) è addirittura apparso il karaoke degli inni intonati dalla Curva Pisani e da tutto lo stadio.

Fanchant è una pagina che, all’insegna dello slogan «ogni giorno è il giorno della partita», punta a «riunire tutti i supporters aiutandoli a sostenere le loro amate squadre mentre cantano e intonano canzoni incoraggianti». Per i colori neroazzurri, come per decine e decine di altri club di Europa e Sudamerica, la clip propone una serie di “classici”, con qualche perdonabile refuso nella traduzione in sovraimpressione che finisce per prestarsi a un vero e proprio karaoke.

Banditi i cori offensivi, anche se ci scappa un «A mezzanotte, uscite a mezzanotte!» non propriamente benaugurante per i rivali e un «Chi non salta è genoano 175. Tutti sperano che anche il karaoke in salsa neroazzurra sia solo un “diversivo” per ingannare l’attesa del ritorno allo stadio. Perché il tifo, soprattutto bergamasco, non conosce confini.