Occhi aperti sul calciomercato in attesa del mese di febbraio

Occhi aperti sul calciomercato in attesa del mese di febbraio
09 Gennaio 2018 ore 09:56

Priorità numero uno: sfoltire la rosa. Questa l’indicazione che Sartori e il suo staff hanno avuto nelle ultime settimane di 2017 da mister Gasperini in vista del mercato di gennaio. Non è infatti passata sottotraccia la “sfuriata” (se così vogliamo definirla) del tecnico piemontese dopo la vittoria in Coppa Italia sul Sassuolo del 20 dicembre, quando con molte secondo linee i nerazzurri eliminarono gli emiliani non senza sofferenze finali, causate anche dalla difficoltà di amalgamare tanti giocatori che faticano a trovare spazio in campo. «Siamo in troppi» aveva detto esplicitamente Gasp. E così via al toto-taglio.

 

 

Parallelamente, però, con la squadra incredibilmente (e meravigliosamente) ancora in pista in tutte e tre le competizioni a cui partecipa, è indispensabile pensare a non indebolire la rosa. Per questo motivo, nel caso in cui uscisse un giocatore che rientra ampiamente nelle rotazioni di Gasperini, sarebbe necessario fare degli innesti. È questo il caso della probabile, ma ancora non certa, partenza di Kurtic. Il centrocampista sloveno, dopo essere stato uno dei grandi protagonisti della scorsa stagione, quest’anno s’è trovato ai margini dell’undici titolare, paradossalmente scalzato dall’amico Ilicic che lui stesso ha contribuito l’estate scorsa a portare a Bergamo. Senza contare la crescita di Cristante, che gli ha chiuso anche la porta della seconda scelta. Insomma, Kurtic vorrebbe giocare di più e nonostante sia sempre dimostrato un grande professionista, in questi giorni sta vagliando diverse opportunità. Qualcuno dà per scontata la sua partenza direzione Spal per cinque milioni di euro, ma di certo non c’è ancora nulla. Pare, infatti, che Gasperini e la società non abbiano intenzione di farlo partire a cuor leggero. Allo stesso tempo, oltre a quella dei biancazzurri, sarebbero arrivate altre richieste d’informazioni per lo sloveno (Cagliari?).

 

 

Se alla fine Kurtic dovesse partire, l’Atalanta sarebbe pronta a intervenire. Secondo Sky, i nomi caldi sulla scrivania di Sartori, in questo momento, sarebbero due: quello di Giaccherini, ai margini del Napoli da quasi un anno, e quello del giovanissimo esterno offensivo francese del Nizza Allan Saint-Maximin. Questo ragazzo minuto ma dalla grande esplosività muscolare classe ’97 sarebbe il perfetto colpo “alla Sartori”, ma va detto che riuscire a portarlo a Bergamo per pochi euro è quasi impossibile. Giaccherini, dal canto suo, a Napoli non si è mai ambientato ed è alla ricerca di una squadra che gli dia la possibilità di vivere da protagonista gli ultimi anni della sua carriera (è un classe 1985). Nonostante le offerte ricevute dalla Turchia, l’Atalanta sarebbe meta assai gradita. Si resta, però, nel campo delle ipotesi e nulla più. Così come un’ipotesi e nulla più è il nome di Diego Farias, attaccante del Cagliari che giusto a fine 2017 ha fatto impazzire la retroguardia nerazzurra con la sua velocità. Il brasiliano è sul mercato e l’Atalanta potrebbe farci un pensiero.

 

 

Intanto, però, i giocatori e mister Gasp si godono questi pochi giorni di vacanza favoriti dalla pausa del campionato. Si tornerà a lavorare a Zingonia soltanto all’inizio della prossima settimana in vista della complicata sfida con il Napoli di domenica 21 gennaio alle 12.30, in casa. Gli impegni successivi, invece, sono stati resi noti dalla Lega di Serie A lunedì 8 gennaio: sabato 27 gennaio la Dea sarà impegnata al Mapei Stadium contro il Sassuolo nell’anticipo delle 18; Atalanta-Chievo dovrebbe invece giocarsi regolarmente la domenica (4 febbraio) alle 15; sabato 10 febbraio, alle 18, ci sarà il Crotone; domenica 18 febbraio, alle 18, farà visita alla Dea la Fiorentina; sempre alle 18, domenica 25 febbraio la squadra nerazzurra sarà ospite della Juventus. In mezzo, come sappiamo, la doppia sfida di Coppa Italia proprio con la Juve e l’attesissimo doppio impegno di Europa League con il Borussia Dortmund: l’andata delle semifinali della coppa nazionale si giocherà martedì 30 gennaio, alle 20.45, a Bergamo, mentre il ritorno resta fissato per il 28 febbraio ma con orario ancora da definire; la sfida con i tedeschi, invece, andrà in scena giovedì 15 febbraio, ore 19, a Dortmund e giovedì 22 febbraio, alle 21.05, a Bergamo. Sarà un febbraio caldissimo, ma bellissimo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia