Giornata storta

Poca Atalanta, la Lazio segna e vince con pieno merito: a Bergamo finisce 1-3

Partita con poche luci e tante ombre per la formazione orobica che non riesce mai a dare la sensazione di poter essere davvero pericolosa

Poca Atalanta, la Lazio segna e vince con pieno merito: a Bergamo finisce 1-3
Atalanta 31 Gennaio 2021 ore 17:02

di Fabio Gennari

Si ferma a 15 partite la striscia di partite utili consecutive dell’Atalanta. I nerazzurri perdono meritatamente per 3-1 in casa contro la Lazio al termine di una partita mai davvero in bilico e condizionata da alcuni gravi errori sia di Gollini (colpevole sul primo gol di Marusic e sul terzo si Muriqi) che della coppia Palomino-Djimsiti che vanno a chiudere su Immobile lasciando a Correa campo aperto. Per i padroni di casa gol di Pasalic, al rientro dopo l’intervento di ernia, giornata però negativa di tutti i giocatori di qualità con Ilicic, Miranchuk e Malinovskyi davvero lontani dalla sufficienza.

La gara inizia con un fastidioso sole a tagliare il campo negli occhi di Gollini, la Lazio ovviamente cerca subito di sfruttare questo vantaggio e al 3’ Marusic trova il gran gol del vantaggio: dopo una scivolata di Mahele, il numero 77 della Lazio calcia improvvisamente dai 30 metri e batte Gollini che è nettamente colpevole. Durante il primo tempo la squadra di Gasperini non riesce mai a farsi vedere con pericolosità dalle parti di Reina (solo un colpo di testa di Zapata al 44’) mentre il portiere nella Dea si riscatta parzialmente al 32’ toccando sul palo il colpo di testa di Milinkovic-Savic imbeccato da Immobile. Tra i nerazzurri, primo tempo decisamente difficile di Ilicic e Miranchuk che non riescono quasi mai a creare superiorità ai 30-35 metri della Lazio.

L’ingresso in campo di Malinovskyi al posto di Ruggeri e il passaggio al 4-2-3-1 cambiano un po’ gli equilibri d’attacco ma dopo una bella conclusione di Maehle sopra la traversa (47’) arriva un grave errore difensivo dei padroni di casa che regala il raddoppio agli ospiti: Palomino va a saltare con Immobile che tocca in profondità, Djimsiti sbaglia la lettura lasciandosi scappare Correa alle spalle e per il numero 11 della Lazio è un gioco da ragazzi superare Gollini.

L’Atalanta continua nella sua giornata no con alcuni errori in proiezione offensiva, al 66’ Gollini salva su Lazzari in fuga alle spalle di Maehle e al 79’ i padroni di casa riaprono il momentaneamente il match con la rete di Pasalic dopo il palo di Muriel. Nemmeno il tempo di riorganizzarsi per cercare il pareggio ed ecco il secondo grave errore di Gollini che non esce su una palla in profondità per Pereira chiudendo in ritardo e favorendo il comodo appoggio di Muriqi per il 3-1. In pieno recupero Caldara sfiora il 2-3, ma al fischio finale di Chiffi è la Lazio ad esultare per una vittoria meritata che vale il sorpasso in classifica.

Atalanta-Lazio 1-3

Reti: 3’ Marusic (L), 51’ Correa (L), 79’ Pasalic (A)

Atalanta (3-4-1-2): Gollini, Toloi, Palomino, Djimsiti, Maehle, de Roon, Freuler, Ruggeri, Miranchuk (54’ Pasalic), Ilicic (67’ Lammers), Zapata (54’ Muriel). All. Gasperini

Lazio (3-5-2): Reina, Patric (37’ Musacchio), Acerbi, Radu, Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva (80’ Escalante), Luis Alberto (59’Akpa Akpro), Marusic, Immobile (80’ Muriqi), Correa (80’ Pereira). All. Inzaghi

Arbitro: Chiffi di Padova (Meli e Vivenzi; Sacchi; Manganiello e Peretti)

Ammoniti: 23’ Patric (L), 57’ Musacchio (L)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli