Intervento importante

Litigio Gasperini-Gomez, anche Percassi a Zingonia: confronto per riportare tranquillità

Il Pres ieri (3 dicembre) è andato al Centro Bortolotti per tentare di lenire le tensioni venute a galla tra il mister e il capitano durante la gara di Champions di martedì. Il gruppo deve essere compatto in vista delle prossime sfide

Litigio Gasperini-Gomez, anche Percassi a Zingonia: confronto per riportare tranquillità
Atalanta 04 Dicembre 2020 ore 12:17

di Fabio Gennari

Dopo qualche tensione registrata in campo martedì sera sul finire del primo tempo della gara di Champions League tra Atalanta e Midtjylland tra Gasperini e Gomez, ieri a Zingonia (lo ha svelato il Corriere Bergamo) c’è stato anche l’intervento del presidente nerazzurro Antonio Percassi. La presenza del numero uno dell’Atalanta al Centro Bortolotti è un fatto importante, dopo il giorno di riposo concesso dal tecnico nerazzurro, il gruppo si è ritrovato al campo di allenamento ed è stata l’occasione per analizzare quanto è successo in Champions. L’intervento della società, in situazioni come questa, è sempre prezioso e l’obiettivo è quello di ripartire lasciandosi alle spalle ogni malinteso: quello che conta davvero è il bene della squadra.

Dopo la partita, Gasperini aveva parlato della sostituzione di Gomez come di una scelta legata alla prestazione non soddisfacente del capitano argentino. Considerando l’importanza sia del tecnico degli orobici che del leader tecnico della squadra (senza dimenticare il rapporto tra i due), è certamente positivo il fatto che la società sia intervenuta. La prestazione offerta contro i danesi non è stata positiva, in generale la squadra vive un momento altalenante, con prove super come quella di Liverpool della scorsa settimana ma anche negative come quella di martedì.

Se le gambe non girano e le prestazioni sono negative, un po’ di nervosismo è anche comprensibile che ci sia. Il giorno della ripresa degli allenamenti il tecnico analizza sempre l’andamento delle partite e se, come sembra, c’è stato anche questa volta un confronto su quanto la squadra non sia stata capace di fare, con i giocatori che hanno detto la loro, è un fatto che rientra nelle normali dinamiche di spogliatoio. Domenica a Udine e mercoledì ad Amsterdam ci si attendono però risposte importanti da parte del gruppo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità