Snodo cruciale

Verona-Atalanta, una gara da vincere per mandare segnali forti a tutte le concorrenti

Trascinati da bomber Muriel, i bergamaschi cercheranno nella città di Giulietta la 16esima vittoria in campionato su 28 partite

Verona-Atalanta, una gara da vincere per mandare segnali forti a tutte le concorrenti
Atalanta 20 Marzo 2021 ore 09:17

di Fabio Gennari

Ci sono gare pesanti, momenti decisivi e vittorie che possono avere un peso specifico enorme nel percorso verso la gloria. Verona-Atalanta, sfida in programma domani (21 marzo) all'ora di pranzo allo stadio Bentegodi, è una di queste. I nerazzurri sono reduci dall'eliminazione in Champions League ma non c'è sconforto nell'ambiente, piuttosto voglia di continuare a competere con i migliori. E allora, analizzando per bene la situazione, ci sono tanti motivi che portano a considerare la prossima partita come una di quelle che pesano come macigni.

Prima di tutto, la posizione in classifica. L'Atalanta è al quarto posto con 3 punti di ritardo dalla Juventus (che deve recuperare una partita con il Napoli) e 4 dal Milan. Vincere significherebbe mantenere almeno inalterate le distanze e andare alla sosta con la certezza matematica che la rincorsa di primavera sarà gestita con il ruolo di "preda" e non di inseguitrice. È molto diverso, soprattutto se le tue concorrenti, nella stessa giornata, si scontrano tra loro: Roma-Napoli può fare un grande favore alla banda Gasperini.

In secondo luogo, fare una partita importante a Verona significherebbe dimostrare (per l'ennesima volta) che questo gruppo non va in difficoltà davanti a un risultato negativo ma trova sempre il modo di rigenerarsi. Il tecnico di Grugliasco questo concetto lo sottolinea spesso, è fondamentale provare in ogni occasione a progredire senza mai farsi travolgere dai momenti complicati. Questa squadra in campionato ha perso punti solo a ridosso di impegni oggettivamente difficili e non per forza dopo aver perso: la gara di andata vinta dal Verona ha seguito la grande impresa di Liverpool, ad esempio. Ma ora c'è da correre verso l'obiettivo e la Dea sa come si fa.

Gli ultimi due aspetti da valutare sono la forza dell'avversario e la possibilità di blindare la partecipazione all'Europa nella stagione 2021/22. Oggi la Dea ha 13 punti i vantaggio sul Sassuolo (ottavo) e 14 sul Verona (nono), battere gli scaligeri significherebbe cacciarli a 17 punti, con la formazione di De Zerbi che dovrà recuperare dopo Pasqua la gara contro l'Inter: a dieci giornate dalla fine il divario sarebbe praticamente incolmabile. Il Verona però è una squadra forte e temibile, sul suo campo ha già battuto il Napoli e anche se non è in un grande momento de Roon e compagni hanno tutto quello che serve per vincere. Forza Atalanta, ci sono in palio 3 punti pesantissimi!