il bilancio della regione

A Bergamo 11550 contagi, solo 12 in più. Stanziati 18,6 milioni per le piccole imprese

A Bergamo 11550 contagi, solo 12 in più. Stanziati 18,6 milioni per le piccole imprese
05 Maggio 2020 ore 18:05

I dati riguardanti l’evoluzione epidemiologica nella provincia di Bergamo sono più che confortanti. Nella giornata di oggi (martedì 5 maggio) sono soltanto 12 i nuovi contagi accertati, per un totale di 11550 persone affette dal Covid-19 (ieri i nuovi casi in provincia erano stati 85).

2 foto Sfoglia la gallery

Per quanto riguarda la situazione sul territorio lombardo, si conferma il trend emerso nell’ultimo periodo, anche se con due note negative: lo scarso numero di tamponi processati, assai inferiore rispetto ai giorni scorsi, e un ulteriore aumento delle vittime. Complessivamente, il totale dei contagiati è arrivato a 78605 persone; 500 nuovi contagi a fronte di 6455 tamponi processati (nella giornata di ieri sono però stati effettuati oltre mille test in più, ossia 7978, certificando 577 nuovi positivi).

Scende ulteriormente il numero dei pazienti ricoverati nei reparti ospedalieri, pari a 6201 persone (213 in meno rispetto a ieri), e torna a diminuire anche il numero dei degenti in terapia intensiva, pari a 509 pazienti (23 in meno). Da ultimo, cresce per il terzo giorno consecutivo il numero delle vittime giornaliere. Nelle ultime 24 ore sono 95 i decessi accertati, portando il bilancio vittime dall’inizio dell’epidemia ad un totale di 14389 persone (ieri erano state 63 le vittime accertate, il giorno prima 95).

In collegamento video dalla propria abitazione, l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli, colpito dal Covid-19 poco tempo dopo lo scoppio dell’epidemia, ha fatto sapere che la giunta regionale ha approvato questa mattina un il provvedimento «Io riapro sicuro». Si tratta di un pacchetto di aiuti del valore di 18,6 milioni di euro destinato a sostenere gli esercizi commerciali, le micro e le piccole imprese lombarde colpite dalla chiusura obbligatoria. I fondi (oltre 15 milioni sono stati messi a disposizione da Regione, ulteriori 3 milioni e mezzo dalle Camere di commercio lombarde) serviranno, in particolare, a finanziare l’adozione delle misure e dei protocolli necessari per consentirne la riapertura in sicurezza sia per i dipendenti, sia per i clienti o i fornitori.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia