solidarietà

Carabiniere morto in moto, sul web una raccolta fondi lanciata da colleghi e amici

Raffaele Campagna, 39 anni, lavorava a Cremona ma era originario di Treviglio. Viveva con la famiglia a Zandobbio: qui domani (sabato 14 agosto) alle 15 saranno celebrati i funerali

Carabiniere morto in moto, sul web una raccolta fondi lanciata da colleghi e amici
Cronaca 13 Agosto 2021 ore 10:14

In poco più di una giornata la raccolta fondi lanciata online dai colleghi di Raffaele Campagna, il carabiniere di 39 anni morto mercoledì in un incidente stradale nel Cremonese, ha superato i 3.700 euro. Donazioni che serviranno a sostenere la moglie Elena e le figlie di 12 e 8 anni.

Campagna, originario di Treviglio, viveva con la famiglia a Selva di Zandobbio ma era in servizio al Nucleo ispettorato del lavoro dei carabinieri di Cremona. In passato aveva lavorato anche nelle caserme di Casazza e Alzano Lombardo. Chi volesse contribuire alla raccolta fondi lanciata sul web può farlo attraverso questo link.

L’incidente

Mercoledì scorso (11 agosto) era in sella alla propria Bmw Gt600 e stava tornando a casa dal lavoro, quando lungo la bretella che collega Offanengo con il casello della Brebemi, a Camisano, si è scontrato con un Opel Agila guidata da una ragazza di 22 anni. Sono in corso le indagini per chiarire la dinamica di quanto accaduto. Al momento, come riportano i colleghi di PrimaTreviglio, risulta aperto un fascicolo per omicidio stradale a carico della ventiduenne.

La notizia della morte di Raffaele Campagna ha scosso profondamente colleghi e amici, che lo ricordano come una persona semplice e buona, dal cuore generoso e il sorriso pronto. Tra loro anche il sindaco di Misano Gera d’Adda, Daisy Pirovano: «Avrei dovuto capire subito che eri tu, da quegli occhi buoni che incrociavo spesso da piccola, quando il tuo citofono era appena sotto il mio. Poi all’improvviso ho capito… “Campagna, Campagna” e, con un grande dolore, ho visto un’altra fetta d’infanzia volare via. Un abbraccio affettuoso alla tua famiglia, perché qualsiasi parola ora non avrebbe senso».

La famiglia della vittima ha acconsentito all'espianto e alla donazione delle cornee. La camera ardente è stata allestita nella casa del commiato Monieri in via Roma, a Trescore Balneario. I funerali saranno celebrati domani, sabato 14 agosto, alle 15 nella chiesa parrocchiale di Selva di Zandobbio.